Lucarelli: “Higuain è l’uomo più atteso, un riferimento per i compagni e l’allenatore”

0
191

Cristiano-LucarelliCristiano Lucarelli, ex attaccante del Napoli attuale allenatore del Viareggio, intervenuto ai microfoni di Radio Crc, nella trasmissione "si gonfia la rete" di Raffaele Auriemma, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, sintetizzate da NapoliSoccer.NET:

"Vorrei essere nei panni di Higuain in questo momento perché è l’uomo più atteso, un riferimento per i compagni e per l’allenatore, è colui al quale tutti si aggrappano. 
Napoli-Porto non è una partita semplice perché i portoghesi sono navigati ed esperti. Ad Oporto il Napoli non ha demeritato, ma non ha saputo sfruttare le occasioni presentate. Il Porto è abituato alla Champions, ha un’esperienza europea importante e quella di questa sera potrebbe essere tranquillamente una partita di Champions. Non sarà semplice ribaltare il risultato, ma se tutto dovesse girare per il meglio, il Napoli potrebbe rimediare a quell’1-0. Quando ci sono delle aspettative su un attaccante è chiaro che questo si senta al centro di tutto. Anche io pretendevo dai miei compagni che mi cercassero di più, ma questo è un discorso comune a tutti i bomber. Se l’attaccante non si arrabbiasse alla luce dei mancati passaggi dei compagni di reparto, sarebbe strano. Detto questo, Higuain non è un calciatore egoista, si sacrifica, crea spazi per l’inserimento dei compagni e fornisce assist. Ho assistito a Livorno-Napoli e devo ammettere che al gol del Livorno, non ho esultato, non ci sono riuscito”.

 

 


Redazione NapoliSoccer.NET



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.