“I quadri” di Napoli-Inter: il migliore e il peggiore secondo la Redazione

5
359

iquadriAncora una volta il Napoli non approfitta della frenata della Roma e questa volta sembrava fatta visto il doppio vantaggio, ma sono bastati 20 minuti di black out nel finale per farsi raggiungere da un Inter, che sembrava ormai tramortita nel morale. I Redattori di NapoliSoccer.NET hanno giudicato i migliori e i peggiori di questa serata.

 

Il migliore: Mertens – ” E’ un fulmine, nessuno riesce a prenderlo ne a marcarlo, sicuramente, la miglior partita di questo campionato, cala nella ripresa”

Il peggiore: Il resto della squadra –Commette sempre i soliti errori, sono stati persi con l’inter, tra andata e ritorno, quattro punti, dopo il vantaggio è sparito dal campo, come se la partita fosse già terminata” (Alessandro Tomei).

 

Il migliore: Mertens – ” Il belga fin quando resta in campo è una costante spina nel fianco degli avversari; infatti crea, inventa giocate sontuose e regala una gran quantità di palloni per i compagni. Gli manca solo la rete per suggellare l’ottima prestazione”

Il peggiore: Henrique“Il brasiliano si becca due gialli inutili e costringe il Napoli a giocare in 10 gli ultimi minuti della gara ma commette un’epocale ingenuità sulla seconda rete dell’Inter; poiché concede un rigore evitabilissimo agli avversari, andando a stendere nei minuti finali un calciatore nerazzurro in piena area di rigore” (Enzo Capano).

 

Il migliore: Mertens – “Pimpante fin dall’inizio spacca in due la difesa dell’Inter. Fino a quando resta in campo è sempre il più pericoloso, non è un caso che senza il belga l’Inter abbia guadagnato metri sul terreno di gioco”

Il peggiore: Henrique – E’ vero che fa un gran cross per il gol di Hamsik ma soffre terribilmente Santon. Nella ripresa si fa superare ogni qualvolta l’interista lo punta e poi il fallo da rigore era evitabile” (Emanuele Vottis).

 

Il migliore: Inler – “Dopo mesi passati tra critiche e panchina, lo svizzero sfodera una prestazione maestosa soprattutto nella ripresa quando prende per mano non solo il centrocampo da leader incoraggia i propri compagni fino all’ultimo secondo di gara”

Il peggiore: Henrique – “Un difensore della sua esperienza non può assolutamente permettersi l’ingenuità del rigore procurato, che ha regalato il pareggio all’Inter” (Patrizio Annunziata).

 

Patrizio Annunziata – NapoliSoccer.NET



5 Commenti

  1. Oggi , 8 marzo 2015 dopo 45 anni smetto di seguire il Napoli, tiferò sempre ma la mia salute non mi permette più di farmi più il sangue amaro allo stadio o davanti alla tv.
    Il Napoli di quest’anno è irritante, incompiuto e stralunato; Non so di chi è la colpa ma una serie di errori di questo tipo non l’avevo mai vista. Mi farebbe più piacere sapere che si fossero vendute le partite!!

  2. Vittoria vanificata a causa di una mossa vincente dimancini che inseriva hernanes,un rigore inesistente,solita questione arbitri a Napoli,che si vestono di autorita e fanno iconigli a torino,e per errore nel cambio di hamsik che ha fatto una buona partita e di mertens che era un pericolo costante sulla fascia, mentre si è tenuto in campo ungiocatore come callejjon che andava sostituito con goulham o de guzman. Benitez ha detto che il napoli ha giocato bene ,da meriti all’inter, ma allora il demerito di chi è? In questo caso è pienamente suo.i cambi li ha sbagliati.é un errore che ha fatto spesso ,quando siamo in vantaggio stravolge la squadra ,segnano un gol gli avversari lui cambia male, prendono fiducia e delle pippe come tante altre riescono a fare. Punti a napoli. Seguo il napoli allo stadio da sempre ma ho notato che benitez non sa leggere bene le partite quando sono le squadre in campo. Le prepara bene ma non le sa leggere ,come l’altra volta che pecchia glidisee chi doveva mettere . Sono deluso da questa pecca anche se siamo in gioco,altra occasione sprecata e abbiamo fatto rinascere una squadra di brocchi come l’inter.non andro allo stadio fino a fine campionato .mi sono stancato.

  3. Concordo con Alessandro Tomei. Mertens il migliore con Inler, e gli altri?
    Callajon, inesistente e indecifrabile. Di lui si notano solo i tatuaggi. Hinguain si mangia una rete già fatta e tutta una serie di azioni sfumate. E’ sempre con i nervi a fior di pelle e trasmette insicurezza in campo e fuori. Incredibile. Poi c’è Beniteaz e non dico altro..

  4. Errore correzione. Nel precedente messaggio, parlando di solo tatuaggi mi riferivo al Hamsih e non a Callaion. In ogni caso, cambiando l’ordine dei fattori, il prodotto non cambia.

  5. E’ da una vita che indico in Benitez il responsabile dei pasticci che il Napoli
    commettte. (p.e. ricordiamoci le partire con il Palermo e con il Cagliari nel girone di andata, per non parlare di altre figuracce). Ormai assuefatto al suo credo calcistico: 4-2-3-1, il tecnico del Napoli non sa leggere le partite.
    Fa dei cambi che sono allucinati. Stiamo vincendo 2 a 0, con una partita spettacolare, e lui (Benitez) cosa fa? COLPO DI GENIO (????) Toglie Hamsik , che ha “ingarrato” la serata buona. E Callejon (che è iberico come lui!!) ????. Toglie Maertens , che anche se stanco ogni qualvolta prendeva la palla gli interisti andavano in fibbrilazione. Ma almeno metti Goulan a sinistra nella mediana con occhio particolare a Shaquiri e cosi ti risparmi anche Gabbiadini per la partita di giovedì piuttosto che umiliarlo con l’entrata a pochi minuti dalla fine. Ditemi voi se questo è un allenatore. Se va via, a fine campionato andiamo tutti ad accendere un cero alla Madonna di Pompei.
    Solo lui (Benitez) poteva far risorgere una squadra come l’Inter. Ma di squadre
    modeste lo spagnolo (Benitez) ne ha fatto risorgere parecchie. E il DeLa queste cose non le vede????

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.