Hysaj: “Vogliamo dare continuità all’approccio positivo contro le piccole. Napoli e l’Albania offese nello stesso modo”

0
283

hysaj_1-9-2015.jpgElseid Hysaj, terzino destro del Napoli, ha rilasciato ieri un’intervista ad alcune emittenti televisive presenti nella conferenza stampa prepartita di Napoli-Udinese. L’intervista, intercettata dalla redazione di Napolisoccer.net su Canale 21, è stata sintetizzata così per i nostri lettori.

 

“E’ vero, veniamo da una striscia di risultati buoni ma dobbiamo ancora migliorare tanto, anche se i frutti del lavoro del mister iniziano a vedersi. Comunque non temiamo nessuno, nel corso delle ultime partite abbiamo mostrato il nostro valore e adesso dobbiamo confermare quanto di buono abbiamo fatto.
E’ vero che i nostri calciatori del reparto offensivo sono fortissimi, ma anche il resto della rosa è di alto livello. Per me è comunque la realizzazione di un sogno giocare con Higuain e Callejon: qualche anno fa ero ancora un ragazzino e li vedevo giocare al Real Madrid. 
Reina è un leader, è uno di quelli che mi ha aiutato tanto nel mio adattamento all’ambiente e allo spogliatoio, dove comunque sono stati tutti fantastici. Pensavo che alcuni campioni presenti in squadra non mi avrebbero nemmeno parlato, ma la loro accoglienza è stata bellissima fin dal primo giorno. Per me che vengo dall’Empoli, dove convivevo con calciatori importanti ma non di questo livello, è stata un’emozione forte iniziare a confrontarmi con loro dal punto di vista tecnico avendo comunque anche la possibilità di parlare con loro fin da subito.
Non bisogna ascoltare le cattiverie che si dicono sulla città di Napoli: sono albanese e sono purtroppo abituato ad ascoltare cose simili, spesso le persone offendono anche il mio popolo. Le situazioni bisogna viverle e conoscerle, lo dico per Napoli così come per l’Albania. L’importante è non dar peso alle parole di certe persone, Napoli è una città bellissima e i napoletani persone uniche, il resto è una bugia. I miei amici e la mia famiglia sono già venuti a Napoli e si trovano benissimo in città.
E’ presto per parlare di risultati in tutte e tre le competizioni, vedremo dove saremo a fine stagione. Se dovesse succedere addirittura di vincerle tutte e tre, credo esploderebbe il Vesuvio! Io comunque al momento sono molto contento: festeggiare nello stesso anno qualcosa con la mia nazionale (l’approdo e la partecipazione agli Europei, ndr) e qualcosa che potrei vincere con il Napoli, al mio primo anno in azzurro, sarebbe davvero il massimo per me. 
La partita contro l’Udinese per me è in qualche modo una gara speciale, ho esordito in Serie A con la maglia dell’Empoli proprio contro i bianconeri, anche se non giocai benissimo in quell’occasione. Il Napoli in passato ha dimostrato di soffrire l’approccio di gara contro le piccole, ma noi abbiamo già dimostrato di saper fare meglio del passato contro Palermo e Chievo. Dobbiamo continuare così”.

 

Redazione Napolisoccer.net
Fonte: Canale 21



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.