“Perché il Napoli segna poco da qualche giornata?” Risponde il Forum di Napolisoccer.net!

0
222

lodiceforumNell’immediato dopopartita di Napoli-Udinese, la nostra redazione, ascoltando le parole di mister Maurizio Sarri che dichiarava ai microfoni che il Napoli costruisce molto ma finalizza poco, ha scelto di chiedere agli amici del Forum di Napolisoccer.net il perché di questa scarsa forma realizzativa. Con la gioia dovuta alla vittoria, che portava maggiormente ai festeggiamenti che all’analisi di qualche aspetto non del tutto positivo, la discussione si è costruita intorno a coloro i quali hanno scelto di approfondire lo sguardo, piuttosto che nel consueto “botta e risposta”. Quella che segue è una sintesi della discussione tra i nostri utenti, elaborata per i nostri lettori.

 

Offrendo come alternative le ipotesi che gli avversari abbiano preso le misure agli azzurri e la presupposta stanchezza derivata dal lungo ciclo di partite, nel nostro Forum solo un paio di utenti hanno optato per la seconda, mentre quasi nessuno crede che stiano avvenendo limitazioni da parte degli avversari. Sintetizza alla perfezione il concetto Silk: “Io direi che è stanchezza, innanzitutto perché mi sembra che le occasioni non manchino e, in secondo luogo, perché nell’ultimo quarto di partita nelle ultime uscite siamo calati vistosamente!”. Si posiziona sulla stessa lunghezza d’onda anche Francesco1950r: “E’ inutile negare o chiudere gli occhi, ancorché vinta, quella di domenica non è stata una bella partita rispetto a quelle giocate da quando è iniziata la lunga serie positiva in campionato ed Europa Leageu”. A tratti mi è sembrata una partita di fine stagione senza grandi motivazioni, è mancata un po di grinta e la lucidità scarseggiava. Ma ci può stare e ben venga la sosta per far rifiatare qualche giocatore che non partecipa alle varie partite delle Nazionali. Aspetterei un attimo prima di chiamare in causa l’abilità dei tecnici avversari a limitare la nostra manovra: senza produrmi in azzardati e inopportuni paralleli direi che il Napoli è per qualità tattiche sui livelli delle migliori squadre europee e sarà difficile da limitare”.

 

L’unico a voler sottolineare l’aspetto dell’atteggiamento diverso da parte degli avversari è Marcosoccer, che pure non dimentica di evidenziare il calo di forma generale: “Chiaramente il Napoli continua a giocare bene e i risultati sono ottimi. E’ innegabile che si sia persa un po’ di lucidità, lo sottolinea anche il numero di palle perse, superiore al passato. La stanchezza sicuramente incide e per me per quanto è stata bella la partita non posso non notare che il gioco sembrava un po’ meno preciso e dialogante. Incide anche il fatto che forse alcuni club hanno capito che, come lo scorso anno conveniva aspettarci, quest’anno un modo per limitarci è pressare sui centrocampisti. Non credo sia un caso che nelle partite in cui abbiamo avuto più difficoltà c’è stato questo tipo di gioco avversario”.
Ci sono invece altri amici che vedono il Napoli in forma e attribuiscono ad altri fattori la poca propensione al goal nelle ultime quattro giornate. E’ il caso di Peppe68: “Il Napoli mi è sembrato in perfetta forma fisica. In difesa abbiamo concesso credo una sola palla goal. Abbiamo giocato molto bene e creato molto. Per me stiamo andando a gonfie vele. Unico neo, se vogliamo trovare un difetto a questa squadra , sono le palle inattive e il fatto che non tiriamo quasi mai da fuori. E non avendo queste opzioni , a volte finiamo per divertare prevebili giocando sempre palla a terra e quasi a voler entrare nella porta col pallone. In un certo senso dovremmo variare anche un po’ di piu il repertorio, anche se lo spartito ormai lo suoniamo veramente a memoria. Ed è grande musica”. Anche Bluemastiff vira su elementi legati più alla condizione del singolo nel momento della partita che a quello della stanchezza: “Che ci sia un calo nel numero di gol è indubbio, però c’è da dire che le azioni da gol vengono comunque costruite, probabilmente c’è un problema di freddezza sottoporta o di scarsa lucidità da parte di alcuni giocatori. Inoltre Hamsik nel nuovo ruolo è meno portato a proporsi in attacco e questo toglie opportunità all’attacco. Fortunatamente la difesa regge bene l’urto con gli avversari e dove non arrivano i difensori che santo Reina che ci mette una pezza. Non credo comunque che sia stanchezza anche se concordo che soprattutto Allan è stanco ma purtroppo deve giocare perchè è indispensabile in quanto riesce a coprire ottimamente e non ha alternative valide. E’ lui il vero valore aggiunto quest’anno, assieme a Reina”.

 

Chiudiamo la nostra sintesi con l’opinione di quegli amici che si concentra sopratutto sull’analisi del contributo degli attaccanti alle due fasi e alle conseguenze di un certo atteggiamento. Proponiamo per prime le parole di Camiseta Azul: “Se proprio c’è da fare un appunto al Napoli, per quanto mi riguarda, dico che il problema vero, andando avanti nel corso del campionato, può essere l’attacco: anche ieri abbiamo segnato sull’occasione più difficile che abbiamo avuto. Ribadisco quanto affermato in passato, siamo troppo compiaciuti, cerchiamo goal, azione e assist da copertina. Il pallonetto di Higuain, un goal che se viene realizzato causa la chiusura del San Paolo, ne è la prova. Era molto più facile segnare da lì rispetto alla posizione da cui è venuto il goal dell’1-0. L’Inter le nostre sette occasioni limpide di domenica le costruisce in tre partite”. C’è poi Pio che raccoglie un po’ di dati per sottolineare il proprio leggero scontento: “Sei volte davanti al portiere e 0 goal realizzati. Nei primi 20 minuti l’Udinese ci ha compressi costringendoci al rinvio da parte del portiere, poi la solita magia di Gonzalo ha sbloccato la gara, ma si segna poco. Insigne e Callejon, predicano bene in fase difensiva ma razzolano male in quella offensiva. La stanchezza c’è, il  finale di gara è stato al cardiopalma…non va bene così!”. E per finire c’è Bluangel che, seguendo la scia di Pio,  individua nel fatto che il modo di giocare del Napoli ha riportato ad avere un solo finalizzatore in campo, e che la sua alternativa, con riferimento implicito a Gabbiadini, gioca troppo poco in campionato per poter contribuire coi suoi goal: “Callejon si fa un mazzo tanto in difesa e arriva spompato in attacco, Mertens e Insigne non sono mai stati grandi goleador, e dobbiamo dire grazie che Insigne ha segnato 6 goal in campionato, ma ovviamente la sua media senderà e molto. Allora? Dove sta il problema? Oltre a Higuain chi dovrebbe segnare? Qualcuno che purtroppo sta in panchina e che ha una media goal/minuti giocati/tiri in porta che è addirittura superiore o quasi al Pipita”.

 

Trascrizione e adattamento a cura di Alberto Francesco Sanci – Redazione Napolisoccer.net
Vuoi partecipare anche tu alla discussione?
Vuoi rispondere a qualche opinione in particolare?
Iscriviti al nostro Forum e raggiungi gli altri a questo link!
Ti aspettiamo!

 

 

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.