Napoli-Verona: 3-0. Gabbiadini-Insigne-Callejòn e gli azzurri tornano alla vittoria

0
232

nap-ver1_apr-2016Napoli-Verona è stata la prima partita in cui gli azzurri in questo campionato hanno dovuto fare a meno del loro bomber principe, del capocannoniere del campionato con 30 goal, del Pipita Higuain che tranne riduzioni dovrà stare fuori per altre 3 gare a causa della squalifica inflittagli dal Giudice Sportivo, ma è stata anche la prima partita senza mister Sarri in panchina anche lui fermato da una squalifica ed in più la formazione veniva dalla sconfitta forse più brutta e decisiva della stagione. Tutti questi motivi anche se l’avversario di oggi era il fanalino di coda Verona, un pò di apprensione nell’ambiente partenopeo l’aveva creato, ma la squadra è scesa in campo con il piglio giusto e ancora una volta ha dimostrato si sapersi isolare dai fattori esterni e rispondere sul campo con i fatti a quanto le accade intorno.

 

nap-ver0_apr-2016Al centro dell’attacco azzurro è stato schierato Gabbiadini, che in queste gare deve giocarsi tutte le sue cartucce per dimostrare di essere il campione che tutti hanno sempre elogiato e Manolo ha risposto subito presente al 15′ quando servito perfettamente da Hamsik (tra i migliori in campo), ha colpito il secondo palo della giornata, dopo quello colpito su punizione da Insigne al 10′. L’attaccante ha cercato in tutti i modi di non far rimpiangere Higuain ed al 18′ è andato ancora vicinissimo alla rete, ma questa volta la gioia gli è stata negata dal portiere Gollini. La sfida tra i due non si è conclusa lì, perchè al 22′ da un’azione stupenda è nata una palla goal stupenda per il solito Gabbiadini, ma Gollini ha ancora una volta risposto picche con un miracolo alla Buffon. Partita stregata per Manolo? No, perchè la fame di goal dell’azzurro era troppo grande e così al 33′, Callejòn ha tirato al volo, Gollini ha respinto centralmente e questa volta Gabbiadini arrivando da dietro e bruciando i difensori è riuscito di testa a sbloccare il risultato.

 

Partita a senso unico, con un Napoli voglioso di dimostrare di non essere Higuain-dipendente e così anche dopo il meritatissimo vantaggio la truppa azzurra non ha rallentato, anzi, al 45′ ancora Hamsik ha messo Callejòn davanti al portiere, spagnolo atterrato da Souprayen, rigore, doppio giallo, Verona in 10 e azzurri con la possibilità di raddoppiare con Insigne dal dischetto. Il folletto di Frattamaggiore non ha fallito siglando il suo 12° goal in questo campionato.

 

nap-ver3_apr-2016Nella ripresa nulla è cambiato anche o ritmi sono calati; al 68′ è finita la gara di Gabbiadini sostituito da El Kaddouri, con Callejòn spostato nel ruolo di centravanti e solo due minuti dopo il Napoli ha chiuso del tutto la gara con lo stesso spagnolo servito in modo delizioso dal marocchino appena entrato: 3-0 e tridente a segno.

 

La corsa scudetto sarà anche ormai un’utopia, ma questa stagione gli azzurri hanno ampiamente dimostrato di meritare comunque vada una standing ovation soprattutto per il gioco spettacolare messo in mostra e poi fin quando la matematica non darà il suo verdetto………#ForzaNapoliSempre.

 

Patrizio Annunziata – NapoliSoccer.net



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here