Il Napoli tiene il passo della Juve battendo il Chievo: le pagelle di NapoliSoccer.NET

4
1371

LEPAGELLENapoli – Chievo Verona: 2-0. I partenopei belli e convincenti annichiliscono i clivensi

Reina 6,5: Dopo la papera di sabato scorso e la grande partita di mercoledì a Genova, Pepe Reina si regala una prestazione sicura e concreta. Quello che serve per un gran portiere.

Maggio 6: Buona la fase difensiva ed anche quella propositiva. Mette al servizio della squadra una buona corsa e tanta tanta esperienza.

Albiol 6,5: Gli attaccanti del Chievo lo mettono in difficoltà dal punto di vista fisico ma lo spagnolo napoletano non ha nessuna intenzione di tirarsi indietro ed accetta lo scontro con chiunque gli si pari davanti.

Koulibaly 7: Partita accorta sia in fase di chiusura che in impostazione. Parte male con un cartellino giallo ma poi si riscatta applicando con dedizione le consegne. Dominatore assoluto della linea difensiva quando mette il fisico e resta concentrato.

Ghoulam 6: Quando gioca alto è uno spettacolo. Dai suoi piedi nascono cross, passaggi e assist golosi per ogni attaccante. Purtroppo però non è sempre lucido in fase difensiva.

Zielinski 7,5: E’ il crack di questo inizio di stagione. Insostituibile dal punto di vista dinamico e tattico. Grande mezz’ala pronta sempre a sovrapporsi ed incunearsi nella retroguardia clivense. Di suoi piedi partono le azioni più pericolose.

Jorginho 6,5: Marcato e controllato in maniera asfissiante ma il regista azzurro riesce comunque a toccare un’innumerevole quantità di palloni ed a organizzare la manovra napoletana.

Hamsik 7: La mezz’ala perfetta. Tocca palloni e distribuisce gioco con passaggi brevi e lanci illuminanti. Si inserisce mettendo in difficoltà i difensori avversari. Sul finale, ancora uno spezzone di gara da regista puro.

Callejon 6,5: Solito inesauribile motorino sulla fascia destra. La palla non la perde mai e tra i suoi piedi sembra facile ogni cosa.

Gabbiadini 6,5: Finalmente si sblocca anche lui in campionato. Il gol però è solo la logica conseguenza di una buona prestazione del centravanti italiano.

Insigne 6: Ci prova in tutti i modi ma quest’anno la porta per lui è stregata. Meno male che distribuisce i suoli soliti assist ed è prezioso in fase difensiva.

Sostituzioni:

Milik e Mertens: non hanno il tempo di incidere entrando in campo a gara già conquistata.

Sarri 6,5: Il Napoli è concreto ma soprattutto bello da vedere ed il merito è gran parte del mister. Mezzo voto in meno solamente perchè oggi poteva essere la gara giusta per uno spezzone di partita da far giocare a qualche nuovo arrivato.

Pino Chianese – NapoliSoccer.NET



4 Commenti

  1. il voto ad insigne, per me è molto largo.
    con il diversamente alto insigne , il napoli gioca con un uomo in meno,inconcludente non incide per nullae dire che da isoliti assist è troppo ,manca gol fatti ,come le ultime due partite precedenti, gabbiadino lo mandò affanc ,la settimana scorsa e i pochi palloni che lavora , li sciupa con i soliti tiri fuori ,inguardabile ,non merita di partire titolare,pare ci sia qualche accordo per elogi non veritiere e striscioni favorevoli ,quando poi e inesistente quando a tratti deleterio .
    maggio meglio di hisaj dieci volte,l’albanese dovrebbe imparare le marcature da maggio ,mentre goulham non sa marcare.e jorgino è una pippa ,altra zavor a con insigne nnl napoli

  2. Amico ULISSE, sei troppo severo. Di Gulham sappiamo i difetti difensivi, ma lui alimenta l’attacco come pochi, tanto in difesa ci pensa Kulibaly. Jorginho detti i tempi della manovra e senza di lui il Napoli è un altro e lo abbiamo constatato più volte. Su Insigne sono completamente d’accordo con te. L’unica nota positiva è che ci stiamo risparmiando le uscite dei suoi procuratori.

  3. amico Osco, suppongo avrà visto la partita e visto jorginho ,come anche in altre partite.
    Non potrà non aver notato i passaggi sbagliati,che sarebbero nulla,se non fosse per il fatto che in teoria è il regista del napoli.senza fare paragoni troppo impietosi, il napoli ha investito in tanti calciatori quest’anno ma non ha trovato un sostituto ,nemmeno lo ha cercato.
    l’inter ha preso banega che fà passaggi millimetrici e lanci ,mentre noi continuiamo a vedere jorginho che fà piangere,con i suoi lanci fuori misura ,mai precisi e inarrivabili per gli attaccanti,quando poi non si improvvisa tiratore da fuori area con tiri al livello di insigne,cioè sugli spalti.
    non dico di prendere verratti, ma faccio presente che mascherano non ancora ha rinnovato col barcellona ,
    e un calciatore forte e di esperienza come lui a gennaio ci farebbe comodo per puntare ad altri obiettivi.
    rif goulham, il problema è che non puoi fare sempre affidamento su koulybali , perchè goulham o in area o a metà campo ,non riesce mai a fare un anticipo e si lascia seminare facilmente e per un difensore è una nota negativa.
    una allenatore furbo sposta un attaccante veloce dalle sue parti .perchè è un punto di debolezza.se vogliamo fare una critica costruttiva queste cose bisogna dirle,stesso discorso per hisaj.sugliesterni ci sarebbe voluto uno come criscito che neanche è stato preso,nonostante il calciatore era disposto a venire,più facile prendere i giaccherini che costano un milione di euro.,mentre si spendono 25 ml di euro per maksimovic ,manco fosse beckembauer.
    la squadra è ancora incompleta in alcuni ruoli e hisaj, jorginho, insigne, non sono da napoli, è una mia opinione supportata anche dal fatto che nelle due partite pareggiate ,in pratica dieci contro dieci ,il napoli non è andato più in là di un pareggio ed ha rischiato anche di perderle.
    io temo che se continua a giocare così la squadra candidata a vincere lo scudetto con la prossima entrata di gabigol è l’inter.sarà lotta a due tra roma e napoli per il terzo posto,salvo aggiustamenti a gennaio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.