Christian Maggio, l’usato sicuro che non delude mai

1
1224

maggio1-x600_3.9.2016Ogni anno sembra essere l’ultimo per Christian Maggio a Napoli, ma il terzino alla fine resta e fa sentire tutto il suo affetto verso la città e i colori azzurri. Negli ultimi anni lo spazio per il classe ’82 si è notevolmente ridotto, complice anche l’aumentare dell’età del ragazzo e l’arrivo di un giovane dal valore indiscutibile qual è Elseid Hysaj. Maggio, però, non si è mai scomposto, facendosi sempre trovare pronto per la causa azzurra e rivelandosi un ottimo uomo spogliatoio. Nei primi anni all’ombra del Vesuvio, tra Reja, Donadoni e Mazzarri, l’esterno vicentino era uno dei trascinatori dell’ambizioso e divertente Napoli che puntava a raggiungere grandi traguardi: 29 presenze e 5 reti nel 2008-2009 tra Reja e Donadoni, 160 presenze e 17 reti con il suo mentore Mazzarri dal 2009 al 2013. Poi l’inizio della fase calante, con l’arrivo di Benítez e il conseguente spostamento dell’ex Fiorentina e Sampdoria da esterno di centrocampo a terzino destro nella difesa a quattro nel 4-2-3-1 del tecnico spagnolo.

Con Benítez ha comunque modo di scendere in campo in 73 occasioni dal 2013 al 2015, pur non trovando mai la via della rete. A livello collettivo, poi, la barca azzurra viaggia tra gioie e delusioni: nel 2014 il Napoli alza al cielo prima la Coppa Italia e poi la Supercoppa italiana, ma nel 2015 resta a secco e vede sfumare la qualificazione in Champions League all’ultima giornata di campionato, nella bruciante sconfitta nello scontro diretto per il terzo posto contro la Lazio (2-4 al San Paolo). Maggio comincia a fare sempre più fatica, non regge 30-40 partite all’anno senza un altro terzino con cui alternarsi. Nell’estate 2015 il Napoli lo accontenta, con il neoallenatore Sarri che porta con sé all’ombra del Vesuvio il giovane albanese Elseid Hysaj. Il classe ’94 prende dopo poche partite il posto da titolare di Maggio, che resta comunque a Napoli e che viene spesso coinvolto da Sarri, onorando sempre al massimo la maglia azzurra in tutte le occasioni che il tecnico gli concede. Il numero 11, poi, torna anche al gol dopo due anni di digiuno, siglando il gol del momentaneo 4-0 nel match vinto 5-0 contro il Midtjylland al San Paolo nella fase a gironi di Europa League.

Quest’anno, invece, Sarri l’ha chiamato in causa già due volte nelle prime sei giornate, soprattutto a causa degli impegni in Champions League, con Maggio che è sceso in campo da titolare sia contro il Palermo (0-3 al Barbera) che contro il Chievo (2-0 al San Paolo). E proprio nella gara contro i gialloblu il terzino ha giocato in maniera più che positiva, lottando su ogni pallone e gestendo ogni situazione di gioco con carisma, grinta e personalità. Maggio non sarà più il terzino di una volta, rapido nelle incursioni e spesso decisivo in fase offensiva, ma ha ancora la determinazione e la voglia di fare dei tempi d’oro. E’ un utile pedina a disposizione di Sarri, che sa di poter contare su di lui anche nelle situazioni più intricate, ed è anche un ottimo punto di riferimento per lo spogliatoio del Napoli, di cui rappresenta ormai un’istituzione. Con 279 presenze, condite da 23 reti, dal 2008 ad oggi, Maggio è sesto nella classifica dei giocatori più presenti di sempre con la maglia del Napoli. Con gli azzurri, inoltre, ha vinto due Coppe Italia (2011-2012 e 2013-2014) e una Supercoppa italiana (2014). Un giocatore preziosissimo, di quelli che anche se non li vedi quasi mai ti rallegri perché sai che ci sono, ne senti la presenza. Ed è fondamentale averli, perché il calcio è un mix di tanti valori ed è sempre più difficile trovare un giocatore che li incarni tutti: Maggio è uno di questi.

Dennis Izzo – NapoliSoccer.Net

 



1 COMMENTO

  1. Ormai è cronico. Non riesce a fare un cross (anche da posizione favorevole). Quando ha il pallone tra i piedi non fa altro che appoggiarlo (dietro) al centrale difensivo più vicino. Altro che usato sicuro. E’ un usato “molto usato” Infatti il Napoli ha giocato con un uomo in meno. Meno male che dalle sue parti agiva un certo Callejon.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.