Il malumore di Insigne attrae le big d’Europa: tre club stranieri sul giocatore

3
3097

lorenzo-insigne1-x600_3.9.2016.jpg

Secondo quanto riportato dal tabloid britannico Liverpool Echo, il Liverpool sarebbe intenzionato ad approfittare del malumore di Lorenzo Insigne per accaparrarsi il giocatore, già seguito con insistenza la scorsa estate dalla squadra di Klopp (con giocatore e società che rispedirono al mittente ogni proposta). Per convincere il Napoli, i Reds sarebbero pronti ad offrire 30 milioni, con il ragazzo di Frattamaggiore che guadagnerebbe 120mila sterline a settimana. Il Liverpool, però, non è l’unica squadra interessata a Insigne: su di lui, infatti, ci sono anche gli occhi vigili del Tottenham di Pochettino e del Valencia di Prandelli, che vorrebbe rinforzare i suoi Taronges con un giocatore che conosce molto bene, avendolo fatto esordire in Nazionale nel 2012, per poi convocarlo ai Mondiali in Brasile nel 2014.



3 Commenti

  1. INSIGNE! Se non senti i colori del “tuo” Napoli, VATTENE. Ma ricordati, chi va via da Napoli, difficilmente fa calcisticamente fortuna.

  2. 30 milioni? Per questa cifra lo inpacchetto e lo lascio a Liverpool.Purtroppo Lorenzo e’ stato sopravvalutato. Potrebbe fare bene in altre categorie non in serie A.

  3. mal consigliato e gestito, si è sentito sopravvalutato dai suoi procuratori che l’hanno montato, così tanto da pensare di essere Messi.. (io lo venderei al volo se dessero 40 ml.)
    Poi l’improvviso risveglio, l’inferiorità palese rispetto a mertens ,non solo tecnica ,ma anche umana e di personalità lo hanno fatto scendere dal montaggio che si era costruito ,lui e i suoi procuratori.adesso al massimo può subentrare dalla panchina a mertens per farlo respirare e riflettere su se stesso ,come uomo e come calciatore.
    un napoletano vero è serio, non si fà i capelli gialli ,per non parlare di questa odiosa moda dei tatuaggi ,che guardacaso non li aveva higuain, non li ha dybala,nemmeno mertens, nè milik, che sono campioni.
    non ha mai creato un feeling vero con i tifosi ,perchè alle pretese ,dal posto di titolare ,a calciare punizioni e rigori,ai soldi di ingaggio stratosferici, non corrispondono risultati e atteggiamenti che gli potrebbero far perdonare tali sbagliati atteggiamenti ,se poi ci metti che non sei nemmeno chissa chì e ti credi messi ecco che arrivano i fischi.
    umiltà e lavoro ,insieme all’orgoglio , portano i risultati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.