“La Bastonata di Napolisoccer.Net”. Gli errori di mercato del Napoli nel reparto offensivo

3
1021

bastonataEd ora come la mettiamo? Non bastasse il grave infortunio occorso a Milik in nazionale che lo terrà presumibilmente lontano dai campi di gioco fino a febbraio prossimo, arriva anche la squalifica per Manolo Gabbiadini, l’unico che poteva surrogarlo in qualche modo, pur non avendo le caratteristiche adeguate per ricoprire il ruolo di punta centrale soprattutto in un modulo 4-3-3 come quello che adotta Maurizio Sarri nel Napoli. La conseguenza più immediata e più nefasta possibile è che il Napoli andrà a giocarsi fra pochi giorni a Torino, contro la Juventus, una partita non decisiva ma sicuramente importantissima per le sorti della stagione, potendo contare in attacco solo su soluzioni di ripiego e su nessun vero attaccante centrale.

Ad ogni modo, infortunio a Milik e squalifica di Gabbiadini a parte, non si doveva arrivare a Napoli-Roma per capire che Manolo Gabbiadini non avesse assolutamente le caratteristiche per rappresentare, una volta venuto a mancare Milik, la punta centrale del Napoli nel 4-3-3. Lo stesso Sarri, nella conferenza stampa di vigilia di Napoli-Roma ha in pratica certificato la poca adattabilità del proprio attaccante al ruolo di punta centrale, affermando che se Gabbiadini vuole avere speranze di giocare con continuità, deve sforzarsi di adeguarsi al 4-3-3 e non deve accadere il contrario, e cioè che la squadra intera debba adattarsi al modo di giocare di Manolo Gabbiadini.

Ma l’errore madornale lo ha commesso il Napoli in estate in sede di mercato. Dopo aver perso Higuain, passato alla Juve, ed aver preso Milik, il Napoli ha trascorso oltre un mese a cercare di prendere Icardi, che dal canto suo aveva solo l’intento di strappare migliori condizioni contrattuali con l’Inter, senza battere piste alternative che potessero portare all’acquisto di una vera punta centrale che potesse rappresentare una valida alternativa a Milik in quel ruolo. Con il risultato che alla fine la società azzurra, consapevole del fatto che Gabbiadini fosse poco funzionale al ruolo di punta centrale nel 4-3-3 di Sarri, dopo aver fatto di tutto per venderlo, è rimasta col cerino acceso in mano rappresentato dal buon Manolo.

Puntare solo su Milik come vero e unico attaccante centrale della rosa del Napoli e su Gabbiadini come soluzione adattata, si è rivelato una vera e propria assurdità anche da un mero punto di vista numerico. Basti pensare che, nel primo anno della gestione di Rafa Benitez, quando gli azzurri avevano pressappoco gli stessi impegni che hanno oggi rappresentati da Champions League, campionato e Coppa Italia, il Napoli poteva contare ad inizio stagione su tre veri attaccanti centrali come Higuain, Zapata e Goran Pandev, e tutti e tre ebbero modo di giocare diverse partite nel corso della stagione, con Zapata addirittura decisivo nella gara di Marsiglia di Champions League. Già solo questo aspetto semplicemente numerico doveva mettere in guardia la dirigenza azzurra anche perché, con tanti nazionali che spesso e volentieri sono in giro per il mondo e con i tanti impegni che ha il Napoli, qualche incidente poteva sempre essere dietro l’angolo come poi puntualmente si è verificato.

Gli errori di valutazione commessi dal Napoli in sede di mercato soprattutto nel settore offensivo della squadra, obbligheranno la società azzurra all’acquisto di una vera punta centrale a gennaio, con la conseguenza che i prezzi saliranno inevitabilmente perché tutti sanno che il Napoli ha bisogno come il pane di questo tipologia di calciatore, e diventerà oltremodo difficile arrivare a calciatori del calibro di Kalinic o Pavoletti, per citare solo alcuni dei nomi che sono stati fatti al riguardo. E al Napoli si accorgeranno in ritardo che prevenire, in estate, sarebbe stato meglio che curare, a gennaio…

Natale Giusti – NapoliSoccer.Net

 



3 Commenti

  1. Indubbiamente il mercato in attacco con l’affare Higuain ha complicato le cose e le reazioni tardive prima e le defezioni poi hanno fatto il resto.G gabbiadini si sta adattando al ruolo di punta centrale e alla fine sará l’attaccante tra i più completi in Europa, sempre che il modulo e l’allenatore gli daranno le opportunità.gennaio dovrebbe essere il momento per l’acquisto di un altro attaccante, e penso al ritorno di Cavani in rotta con il pagamento, che già ne ha parlato con Adl.vedremo se andrà in porto ma soprattutto Sarri avrà le capacità di gestire con un adeguato modulo ad es il 4231,e un oculato turn over tre attaccanti ,validi e desiderosi di giocare

  2. Per quella che può valere l’opinione di Auriemma, che sponsorizza e caldeggia le entrate dei peggiori ,cioè insigne e jorginho, definendoli ,udite, imprescindibili secondo lui, da ricovero secondo me.
    Si vede che a furia di scrivere per la gazzetta si è rubentinizzato ,calandosi bene al vestito che meglio gli si addice.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.