Il prossimo avversario del Napoli: la Fiorentina in crisi d’identità

0
616

La gara infrasettimanale che concluderà l’anno solare 2016 del Napoli, vedrà gli azzurri contrapposti alla Fiorentina guidata da Paulo Sousa.

La storia recente della Fiorentina è per certi versi paragonabile a quella del Napoli, visto che i tifosi viola hanno dovuto assistere al fallimento della propria squadra nel 2001: sotto la presidenza di Cecchi Gori e nonostante le remunerative cessioni di Batistuta, Toldo e Rui Costa il club ha avuto si è trovato in una crisi finanziaria e il tribunale di Firenze ha dovuto dichiararne il fallimento dopo il termine della stagione 2001-2002, torneo dove i viola erano retrocessi in serie B.
La nuova società, denominata Florentia Viola (successivamente è stato acquisito il nome originale) è stata costretta a ripartire dalla serie C2 sotto la nuova dirigenza Della Valle che nel giro di pochi anni, grazie anche a un ripescaggio che ha consentito l’accesso in B senza passare per la C1, la Fiorentina è tornata stabilmente in serie A, non mancando a appuntamenti importanti con diverse qualificazioni in Europa.

Le ultime annate hanno visto la Fiorentina sempre piazzarsi tra le prime 4-5 squadre della classifica finale così come l’annata 2015-2016 che ha visto un posto finale qualificandosi così per l’Europa League, ma l’umore attuale dei tifosi non è proprio alle stelle a causa di una prima parte di stagione troppo altalenante sia come gioco che come risultati.
Il mercato estivo non è stato entusiasmante per i viola, sentimento condiviso pubblicamente anche dallo stesso allenatore Paulo Sousa, dove non sono arrivati acquisti di rilievo ma diversi giovani interessanti senza tuttavia cedere i “pezzi grossi” Kalinic, Bernardeschi e Borja Valero.
Carlos Sanchez, Salcedo, Cristoforo, Olivera e De Maio sono arrivati tutti in prestito e si è scelto per il prolungamento di un altro anno per Tello, aquisito sempre nello stesso modo, mentre hanno salutato Roncaglia, Błaszczykowski, Basanta e anche Giuseppe Rossi, prestato al Celta Vigo, così come Tino Costa.

La Fiorentina arriva da due sconfitte consecutive dove è saltata agli occhi la mancanza di continuità da parte della squadra viola nella totalità della gara, e attualmente occupano l’8° posizione in classifica.

Paulo Sousa in occasione della gara contro il Napoli opterà probabilmente per il seguente undici titolare, schierati con il consueto 4-2-3-1:  Tatarusanu, Salcedo, Gonzalo Rodriguez, Astori, Milic, Vecino, Badelj, Chiesa, Ilicic, Bernardeschi, Kalinic. Particolarmente significativa è l’assenza di Borja Valero causa infortunio.

Nonostante il periodo felice per gli azzurri possa far pensare a una gara abbastanza tranquilla, la Fiorentina ha giocatori in possesso di ottima tecnica individuale che possono mettere in serio pericolo la porta del Napoli.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.