Benevento in Serie A per la prima volta! Battuto il Carpi con un gol di Puscas

0
2123

Il Benevento vola in Serie A per la prima volta nella sua storia con un gol di Puscas

In un “Ciro Vigorito” stracolmo di spettatori in ogni ordine di posto, il Benevento di Marco Baroni è ad un passo dalla gloria, rappresentata in questo caso dalla promozione in Serie A che mai è stata raggiunta dal Benevento nella sua storia e che avrebbe dell’incredibile per una squadra come quella sannita che due anni fa era in Lega Pro. La storia del Benevento è ricca di amarezze soprattutto nei playoff di Lega Pro. Molte le esperienze negative del Benevento soprattutto in Lega Pro, con eliminazioni in serie subite come quella di Crotone in modo rocambolesco, pochi anni fa, ma anche contro la Juve Stabia e altri casi in cui la sorte non ha arriso ai tifosi beneventani.

Stavolta però c’è la forza del collettivo guidato con mano ferma e sagace da Marco Baroni, autore del gol decisivo per il secondo scudetto quando militava nel Napoli, che ha in Ceravolo, Ciciretti, Puscas, il baluardo difensivo Lucioni e il portiere Cragno, i fondamentali punti di forza della sua squadra. E anche il pragmatico Carpi, impostato col solito 4-4-2 e nessuna concessione allo spettacolo da parte del tecnico Castori, appare ben poca cosa di fronte al Benevento che ha due risultati su tre a disposizione dopo lo 0-0 dell’andata.

La gara, diretta dal sig. Pasqua, inizia con un Carpi disposto abbastanza bene in campo che nelle battute iniziali fa soffrire non poco i sanniti con una buona iniziativa di Mbakogu neutralizzata dall’ottimo Cragno. Al 3° però Puscas con un bel diagonale di destro fa gridare al gol i tifosi delle streghe. Al 29° ancora Puscas, servito con un bel passaggio filtrante dalle retrovie, si viene a trovare tutto solo davanti a Belec, estremo difensore del Carpi, che di piede sventa la minaccia. E’ solo la prova generale del gol che arriva puntuale al 32° minuto. Venuti con l’aiuto di Eramo sfonda sulla fascia destra e dopo essere entrato in area passa al centro per l’accorrente onnipresente Puscas, ex Bari e primavera dell’Inter, che scaraventa in rete sotto la traversa di Belec per l’1-0 del Benevento che viene salutato da fuochi d’artificio e da un pubblico in visibilio.

La ripresa si apre nello stesso modo in cui si era chiusa la prima frazione di gioco. Benevento vicinissimo al raddoppio con Viola che di sinistro dal limite dell’area centra in pieno il palo alla destra del portiere del Carpi, Belec. La gara scorre via in pieno controllo da parte dei sanniti, con il Benevento che quasi mai soffre le percussioni degli attaccanti di Castori, con Mbakogu troppo sterile in avanti e mal supportato dai compagni di reparto

Il Benevento vola in Serie A meritatamente e la vittoria contro il Carpi da il via ad un lungo festeggiamento che, ne siamo certi, durerà tutta la notte e anche oltre per la prima storica promozione nella massima serie. Gran parte del merito di questa storica promozione va, oltre che al gruppo di calciatori e al bravissimo tecnico Marco Baroni, messosi già in luce alla guida della primavera della Juventus qualche anno fa, anche al direttore sportivo Salvatore Di Somma, ex libero dell’Avellino degli anni ’80, che non solo a Benevento ha fatto vedere di essere una grande esperto di calcio e scopritore di tanti giovani talenti. Ultimo in ordine di tempo Puscas, decisivo non solo stasera ma anche nelle altre gare dei playoff e nell’ultima parte del campionato. Ma Di Somma quando era a Castellammare qualche anno fa sempre in Serie B, scoprì e portò alla ribalta giocatori del calibro di Leonardo Pavoletti, Zaza, Marco Sau, Zampano, Verdi e tanti altri. Se il Benevento è in Serie A, gran parte di merito è anche suo. E stanotte a Benevento in pochissimi dormiranno….

 

Natale Giusti – NapoliSoccer.Net

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.