Cassano lascia!? No, raddoppia. L’ennesima “Cassanata” del barese!

0
896

Cassano_Antonio02.jpgAntonio Cassano fa l’ennesima “Cassanata”. Dichiara il suo addio al calcio, poi ci ripensa e rimane al Verona!

È incredibile e quasi surreale ciò che è accaduto oggi in “casa Verona”. Antonio Cassano in mattinata aveva deciso di smettere con il calcio, annunciando una conferenza stampa nel pomeriggio, durante la quale avrebbe spiegato i motivi del suo addio. Tutti pensavano ad un epilogo ormai scontato ed invece “il talento di Bari vecchia” dribbla tutti ancora una volta. Cassano in conferenza stampa anziché annunciare il ritiro afferma di voler continuare la sua avventura nel Verona. Queste le sue dichiarazioni sintetizzate per i lettori di NapoliSoccer.NET.

“Questa mattina ero molto stanco ed avevo fatto una riunione con la squadra con il direttore sportivo e con Fabio (Pecchia n.d.r.), per dire che volevo staccare un attimo, poi ci ho ripensato e sono convinto di poter rimanere e vincere questa scommessa. Lo ammetto ho avuto un momento di debolezza, ho ragionato sempre con la pancia sbagliando la maggior parte delle volte, questa volta devo dire grazie a mia moglie ed ai miei figli ma soprattutto alla tenacia di Pecchia e del presidente che mi hanno spinto a continuare e vincere questa sfida, mi sto allenando bene e ho grandi motivazioni. Stavo sbagliando ancora una volta ma sono convinto al 100% che vincerò questa sfida”.

Le qualità che “madre natura” ha donato ad Antonio Cassano sono immense, doti tecniche che lo avrebbero potuto condurre al vertice del calcio mondiale, sprecate da una “testa calda” che ha portato il barese a non allenarsi mai come dovrebbe fare un atleta professionista, gettando all’aria strordinarie occasioni professionali come quella di indossare la maglia del Real Madrid. Tutti hanno ancora negli occhi gesti tecnici di questo campione inespresso, come il primo gol in Serie A con la maglia del Bari: stop di tacco, conduzione della palla dribbling a rientrare e tiro con il destro sul primo palo della porta difesa da Peruzzi.

Antonio ci riprova, ancora una volta, forse l’ultima. Cassano non lascia, raddoppia!

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.