FC Giugliano-Monte di Procida: 1-1. Tigrotti mai domi, pari con uomo in meno

0
1219

Quinto risultato utile consecutivo per la squadra di mister Mandragora, ma amarezza per un’altra gara sfortunata. FC Giugliano-Monte di Procida: 1-1

FC Giugliano-Monte di Procida: 1-1, risultato ancora una volta che non soddisfa appieno la compagine gialloblù.

Anche questa era una gara da vincere a tutti i costi, ma come un film già fin troppe visto qualcosa non è girato per il verso giusto.

Giugliano che ha subito dovuto fare i conti con l’emergenza poco prima della gara quando si è bloccato il portiere Navarra.

Al suo posto Mandragora ha schierato l’ultimo arrivato Coppola G. classe ’99, che non ha sfigurato e spostato sulla linea difensiva di destra Coppola Enea.

Quindi un centrocampista schierato come terzino preferito all’Under Pizza per dare maggiore esperienza alla squadra.

Il copione della gara è stato quello che ormai chi segue il Giugliano ha imparato a memoria; tantissimo possesso palla ma squadra punita al primo errore.

Al 15′ infatti dopo che i Tigrotti hanno sfiorato il vantaggio con Grezio al 6′, è stato il Monte di Procida a passare in vantaggio.

Regalo di Vitagliano, che ha perso palla in una zona sanguinosa con la squadra che stava salendo. Lancio in profondità per il capitano Palma, che ha bucato la coppia centrale giuglianese ed ha battuto l’estremo difensore gialloblù in uscita disperata.

La rete subita ha tolto sicurezza alla squadra di Mandragora, che non ha mostrato la solita fluidità di manovra pur riversandosi nella metà campo avversaria.

Nei minuti finali è finalmente arrivata la scossa.

Dopo una parata plastica del giovane Coppola, il Giugliano ha avuto tre occasioni limpide per il pari.

Le prime due con Bacio Terracino che al 41′ solo a due metri dalla porta ha incredibilmente lisciato la palla.

Al 43′ il fantasista si è rifatto, ottimo dribbling e tiro a giro respinto in maniera prodigiosa dal bravissimo Casolare in angolo.

In pieno recupero punizione dal limite calciata da Pianese ribattuta dalla barriera, dalla mischia che ne è nata un difensore ha svirgolato la sfera che è andata a sbattere sulla parte alta della traversa.

Nella ripresa Mandragora ha subito voluto dare una scossa sostituendo al 50′ il centrocampista Vitagliano con la punta Tarallo, passando così ad un super offensivo 4-2-4.

Purtroppo però a regnare è stata la confusione e la mancanza di lucidità dei calciatori. Si sono perse le distanze tra i reparti e le occasioni non sono arrivate.

Al 69′ è poi giunto l’ennesimo torto arbitrale di una stagione maledetta in tal senso per i Tigrotti.

Contatto a metà campo tra Castaldo e Lucignano con quest’ultimo che ha fatto ponte, ma per il Sig. Coluccino di Avellino non è andata così.

Fallo fischiato contro il capitano giuglianese e seconda ammonizione, che è quindi valsa l’espulsione.

Nonostante l’inferiorità numerica la compagine di casa ha gettato il cuore oltre l’ostacolo e dopo una punizione di Tarallo deviata in angolo da Casolare all’84’, un minuto dopo è arrivato il meritatissimo pari.

Calcio d’angolo dalla zona destra di attacco, sul primo palo Enea Coppola ha anticipato tutti di testa infilando in fondo al sacco.

All’85’ quindi risultato tornato in parità e nel recupero i Tigrotti hanno anche tentato la rimonta, ma il tiro di Tarallo si è spento sopra la traversa e con lui le speranze di vittoria.

Di buono da questa gara c’è da prendere comunque qualcosa.

Per la prima volta in stagione il Giugliano ottiene 5 risultati utili consecutivi, è fuori dalla zona play-out e la reazione di cuore avuta in inferiorità numerica.

Di negativo invece il passo indietro a livello di gioco rispetto alle ultime gare e la solita mancanza di lucidità sotto porta.

La stagione resta lunga, magari con questo pari vanno abbandonati i sogni di play-off, ma ci sono comunque ottimi presupposti per un girone di ritorno di alto profilo. #VamosTigrotti

Tabellino:

Giugliano: Coppola G., Coppola E, Palma, Scognamiglio, Castaldo, Vitagliano (dal 50′ Tarallo), Pianese, D’Angelo (dal 60′ Cirino), Grezio, Bacio Terracino (dal 71′ Castaldi), Barone Lumaga.

Monte di Procida: Casolare, Coppola M, Esperimento, Costagliola, Romano, Pirozzi, Petrone, De Simone, Lucignano (dall’80’ Longo), Valoroso (dal 73′ Attanasio), Palma.

Arbitro: Sig. Coluccino di Avellino

Reti: 15′ Palma (M); 85′ Coppola E. (G)

Ammoniti: Grezio, Scognamiglio, Costagliola, Pirozzi, De Simone.

Espulso: Castaldo per doppia ammonizione

Calci d’angolo: 8-6 Giugliano

Patrizio Annunziata



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here