Costacurta: “Sognavo quest’incarico. Per l’Italia forse non basta un selezionatore”

0
2353

Le parole di Alessandro Costacurta dopo la nomina a Subcommisario della FIGC.

Alessandro “Billy” Costacurta, ex difensore del Milan di Sacchi, sarà l’assistente del Commissario della FIGC Fabbricini, con delega al Club Italia. Un ruolo importante in un momento storico critico, dopo la mancata qualificazione della Nazionale ai Mondiali del 2018 e la panchina di CT vacante dalla sera successiva alla gara con la Svezia a San Siro. Queste le sue parole subito dopo la nomina, sintetizzate dalla redazione di NapoliSoccer.Net per i propri lettori. 

“Ringrazio la Giunta del Coni per questa possibilità che ha dato a me e a chi io rappresento. Assicuriamo tutti un grandissimo impegno. Io ho giocato con 14 Palloni d’Oro ma questa è la squadra più prestigiosa con cui avrò a che fare. Questo mi carica di entusiasmo. Fino a 4 giorni fa facevo il giornalista a Sky e l’autista di mio figlio, ora finalmente avrò qualcosa da fare (ride, ndr). Sono onorato davvero. Mi hanno detto che dovrò fare delle cose bellissime, che sognavo di fare.

Selezionatore o allenatore per la Nazionale? Pensavo servisse solo un selezionatore. Poi ho visto i miracoli di Conte in Francia all’Europeo e ora ho più dubbi a riguardo. Si dovranno valutare un po’ le diverse piste, ma quello che è sicuro è che abbiamo i migliori tecnici al mondo, insieme agli chef e ai ricercatori. Giovani italiani? Sabato sono andato a vedere una partita del campionato Primavera a Milano e ho visto piccoli talenti meravigliosi. Roma-Torino, semifinale di Coppa Italia, me ne ha dato conferma. Allora mi sono chiesto come mai questi giocatori non riescano a fare il grande salto. Siamo noi a non dare loro gli strumenti necessari”.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.