La sfida di Napoli-Udinese: Antonin Barak VS Marek Hamsik

0
683

hamsik_20.3.2017.jpgChi tra Barak e Hamsik riuscirà a trascinare la propria squadra alla vittoria?

Barak contro Hamsik: sarà questa la nostra “Sfida” di Napoli-Udinese, gara valida per la trentatreesima giornata del campionato italiano Serie A TIM 2017-18. Questa giornata di campionato è un turno infrasettimanale:  la gara tra le due compagini si giocherà mercoledì alle 20.45 presso lo stadio San Paolo di Napoli. Entrambe le squadre cercano la vittoria: l’Udinese vuole invertire il trend di nove sconfitte consecutive, mentre il Napoli vuole vincere perché, dopo il pari di Milano, ha bisogno di una vittoria per continuare a credere nel sogno scudetto.

Antonin Barak è una mezz’ala offensiva di origini ceche, classe ’94, che l’Udinese ha prelevato per 3 milioni di euro dallo Slavia Praga. La sua altezza, circa 190 cm, può indurre gli osservatori meno attenti a pensare che possa essere un centrale di difesa oppure una punta di peso, invece è un centrocampista offensivo capace di fare al meglio entrambe le fasi. Nel 3-5-2 di Massimo Oddo Barak gioca come mezz’ala offensiva ed in quella posizione può sfruttare la sua dote di incursore senza palla. Il Napoli deve prestazione attenzione a lui perché può rendersi pericoloso sia cercando la conclusione personale, essendo in possesso di un tiro preciso e potente, sia sfornando assist ai compagni, poiché la sua ottima visione di gioco e la sua innata qualità nel palleggio lo rendono un assist-man perfetto. Barak può mettere in difficoltà la difesa azzurra anche in velocità: è un calciatore abile nello stretto, capace di incunearsi palla al piede nelle difese avversarie, sfruttando il suo favoloso dribbling e scoccando il suo tiro preciso e potente. Barak non è solo fase offensiva; il calciatore friulano è in possesso anche di un grande acume tattico che, assieme alla sua stazza fisica, gli permette di essere incisivo anche in fase difensiva. In campionato ha collezionato finora 6 gol in 28 partite giocate.

Marek Hamsik è anch’egli una mezz’ala d’attacco, che viene adoperata da Sarri come mezzo sinistro. Da quella posizione ama inserirsi senza palla, per poter arrivare indisturbato davanti al portiere e tirare a colpo sicuro. È il massimo realizzatore della storia del Napoli e qualunque tecnico sia passato per Napoli che lo abbia avuto a disposizione non ha potuto fare a meno di lui. Sarri ha massima fiducia in lui, anche se troppo spesso lo sostituisce a gara in corso. Anche Hamsik, come il resto della squadra azzurra, in questo momento è in fase calante e non riesce ad incidere come dovrebbe e come vorrebbe il tecnico. Ha un’ottima visione di gioco, abile con entrambi i piedi, Marek Hamsik ha tantissima qualità in fase di palleggio: infatti quando Jorginho viene chiuso dagli avversari, il gioco del Napoli passa attraverso i suoi piedi. Chissà se nel proseguimento della sua carriera calcistica non finisca per diventare regista basso davanti alla difesa. È una bandiera del Napoli: ha sposato la causa azzurra a 360 gradi e negli anni ha rifiutato qualsiasi offerta che lo potesse portare via da Napoli. In alcuni momenti della gara tende a sparire, ma con i suoi inserimenti senza palla può essere una costante spina nel fianco degli avversari che devono prestargli tantissima attenzione a non perderlo.

Barak contro Hamsik, la sfida tra i due giocatori sulla carta è iniziata: vedremo chi riuscirà a trascinare la propria squadra alla vittoria!



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.