A breve l’incontro Sarri-De Laurentiis, in gioco il futuro tecnico del Napoli

0
475

sarri_20.3.2017.jpg

Giovedì sera potrebbe sciogliersi il nodo sulla permanenza di Sarri. Un ciclo è finito, ne partirà sicuramente un altro: ancora con lui alla guida?

Nei prossimi giorni ci sarà almeno un incontro tra il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e il tecnico Maurizio Sarri. I due, per stessa ammissione dell’allenatore, si vedranno giovedì sera a una cena sociale programmata da tempo per chiudere la stagione. Sarri ha dichiarato in tv, dopo Sampdoria-Napoli, di essere disponibile ad arrivare mezz’ora prima all’appuntamento se De Laurentiis gli vuole parlare, il presidente dal canto suo è andato ripetendo che vuole lasciare tutto il tempo necessario a Sarri per decidere del proprio futuro.

Lo scenario è noto: la sensazione è che Sarri non se la senta di restare al Napoli nonostante non sembrino esserci offerte impellenti e concrete che lo liberino dall’impegno col club azzurro a fronte della clausola di 8 milioni di Euro. Forse davvero per lasciare il pubblico partenopeo, magari per reazione alle critiche – neanche troppo velate – del patron sul suo modus operandi, le parole del mister nelle settimane scorse fanno pensare più a una rottura che a una conferma.

Che resta comunque da non escludere: i punti da discutere tra i due non sono pochi. Si parte dalla richiesta d’ingaggio, si passa per i lavori di sviluppo di Castel Volturno, si arriverà certamente alle garanzie tecniche sul prossimo mercato e nella prossima stagione. 
Questo forse è il punto più delicato: sempre partendo da quanto detto da Sarri, la sensazione è che se il tecnico restasse, la sua impostazione sarebbe quella di aprire un nuovo ciclo, cosa che attutirebbe la cessione di qualche pedina importante, ma che probabilmente – nella sua idea – riallungherebbe di nuovo i tempi per tornare a lottare realmente per lo Scudetto come fatto quest’anno.

Quello delle ambizioni, però, sembra l’unico punto su cui i due potrebbero facilmente trovarsi d’accordo: De Laurentiis vuole presenza continua in Champions e percorsi degni di nota in Europa. Proprio per questo Sarri potrebbe desiderare, invece, che la proprietà esprimesse con maggiore chiarezza alla piazza i propri obiettivi societari, magari evitando ciò che è successo l’anno scorso: i giocatori che hanno parlato per primi di Scudetto fin dall’inizio del ritiro sono poi forse stati vittime delle loro stesse pressioni, aumentate dai risultati e dalla voglia della piazza di imporsi in campionato.

Insomma, il primo ciclo Sarri pare finito, in un senso o nell’altro. C’è da capire se ci sono dei margini per farne partire uno nuovo, o se servirà affidare la squadra a un nuovo tecnico. Sul chi potrà essere, girano diverse voci. Sul fatto che Napoli sia piazza appetibile, invece, nessun dubbio. E spiegheremo il perché molto presto.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.