Napoli-Crotone 2-1: le pagelle di NapoliSoccer.NET. Sarri, perché non far entrare Maggio?

0
3917

LEPAGELLE.jpg

Le pagelle per gli azzurri in Napoli-Crotone 2-1: Jorginho e l’attacco sugli scudi. Sarri lascia un Maggio in lacrime in panchina.

Le pagelle di Napoli-Crotone parlano di un’ultima partita buona e tranquilla per gli azzurri, con il reparto d’attacco che torna ai livelli che nel recente passato sembravano dimenticati. Qualche perplessità suscitata dalla gestione della rosa di Sarri: perché non concedere nemmeno un minuto a Maggio, al passo d’addio dopo 10 anni?

Reina: 6 – La partita d’addio al San Paolo. Almeno con la maglia azzurra. Il prossimo anno tornerà da avversario. Quando conta solo per la statistica, si inchina ai calabresi del Crotone che salutano la Serie A dopo due anni.

Hysaj: 6 – Partita senza problemi di sorta. Il Crotone non si sbilancia mai dal suo lato e per una volta lui ha vita facile. Chiude con medie “bulgare” 67 passaggi con una efficienza del 95%.

Albiol: 6,5 -76 passaggi. Efficienza del 92%. Mai in affanno contro gli attaccanti del Crotone che raramente riescono ad arrivare in maniera pericolosa dalle parti di Reina.

Koulibaly: 6,5 – Qualche imprecisione che non ne sporca la prestazione. Mettere la gara sul piano fisico con Koulibaly significa giocare a handicap già in partenza.

Rui: 6,5 – Il Napoli usciva sempre dal suo lato. Chiude con qualche errore negli appoggi più del consueto ma tocca 128 palloni con un totale di 100 passaggi. Ci può stare

Allan: 6,5 Corre a velocità impressionante e lo si vede dal numero di palle recuperate. Buona anche la media di passaggi completati che supera il 93%. Dal 77′ Rog: SV

Jorginho: 7 – Migliore in campo. Numeri incredibili per lui stasera, 165 passaggi e media superiore al 90%. In questa partita è stato l’uomo in più del team azzurro. Ma è proprio sicuro che il Napoli voglia privarsi di uno dei pochi registi di ruolo capaci di giocare a questi ritmi?

Zielinski: 6,5 Oggi sempre in gara. Anche nel suo ruolo naturale, tanto naturale che spesso sbaglia partita quando schierato nella posizione di Hamsik. Chiude con 92 passaggi ed efficienza sopra il 90%.

Callejon: 7 – Si è fatto vedere spesso nonostante il Napoli non affondasse molto dal suo lato. Lo trova Insigne in due occasioni con il solito schema e lui alla prima mette la palla del 2-0 alle spalle di Cordaz. Lo diciamo da sempre, lì davanti uno ordinato e puntuale come Callejon è irrinunciabile.

Milik: 7 – Il colpo di testa è uno dei marchi di fabbrica. Lui riesce a indirizzare la palla che sblocca il match nel punto in cui Cordaz non sarebbe mai potuto arrivare. Esce tra cori di altri tempi, segno che il pubblico del San Paolo, per il prossimo anno, ha già trovato un nuovo eroe. Dal 67′ Mertens: 6 – Qualche spunto vivace ma la partita era già avviata sui binari della tranquillità.

Insigne: 7 – Il cross pennellato per la testa di Milik è un piccolo gioiello, quello per Callejon non emoziona più per abitudine. Non segna da molto ma non sembra farne un dramma. Dal 75′ Hamsik: SV- Più per battere il record di presenze di Juliano che per dare un contributo alla squadra. Se l’è meritato.

Sarri: 4 – Passi la presenza di Hamsik con cui il capitano batte il record di Juliano, era proprio così impossibile far entrare Maggio per permettere al San Paolo di salutare un giocatore che ha sempre dato il massimo per la maglia azzurra?



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.