Italia-Arabia Saudita 2-1: buona la prima di Mancini. Decidono Balotelli e Belotti

0
773

logo_italia_figc_internet.jpgL’Italia vince 2-1 contro l’Arabia Saudita nell’esordio di Roberto Mancini sulla panchina azzurra. Decidono Balotelli e Belotti: buona la prova di Insigne e Jorginho

A San Gallo la prima di Roberto Mancini sulla panchina azzurra in occasione dell’amichevole Italia-Arabia Saudita che serve soprattutto agli arabi per preparare al meglio la prossima edizione dei Mondiali di Russia 2018 che vedrà l’Arabia Saudita impegnata proprio nella gara di esordio contro i padroni di casa della Russia giovedì 14 giugno. 

Le due squadre scendono in campo con le seguenti formazioni ufficiali: 

Italia (4-3-3): Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Romagnoli, Criscito; Florenzi, Jorginho, Pellegrini; Insigne, Balotelli (dal 58′ Belotti), Politano. All. Mancini
 
Arabia Saudita (4-2-3-1): Alowais; Alharbi, Hawsawi, Othman, Alfaraj; Alshehri, Alshahrani; Otayf, Aljassam, Kanoo (dal 46 Al Dawsari); Abu Radiyah. All. Pizzi

Dopo solo 6 minuti di gioco Bonucci pennella un cross interessante dalla trequarti destra: Balotelli anticipa Al Shahrani e colpisce di testa, palla a lato non di molto. Il primo biglietto da visita di Mario Balotelli al rientro in nazionale dopo diverso tempo. 

Al minuto 20 l’Italia passa meritatamente: Balotelli supera Otayf e scarica un destro sul primo palo da fuori area: la conclusione dell’attaccante numero 9 termina all’angolino, il portiere dell’Arabia Saudita, Al Owais, non può nulla sul destro secco e angolatissimo di Balotelli.

Nella ripresa una buona Italia contro un’Arabia Saudita assolutamente abulica e mai pericolosa dalle parti di Donnarumma, complice probabilmente anche il Ramadan a cui sono sottoposti i giocatori musulmani della compagine guidata da Pizzi, arriva con pieno merito al raddoppio: stavolta è Belotti, entrato in campo da pochissimi minuti proprio al posto di Balotelli, colpito da un risentimento al bicipite femorale della gamba destra, a colpire di testa su azione d’angolo per il 2-0 dell’Italia. Al 70° tiro a giro magistrale di Lorenzo Insigne su cui si supera Alowais che riesce a deviare in angolo. 

L’Italia di Roberto Mancini a questo punto, forse anche paga del risultato abbassa molto il ritmo della gara, e consente all’Arabia Saudita di rientrare in partita: un errore di Spinazzola a centrocampo apre una prateria ad Alsheri che si presenta tutto solo a Donnarumma e lo batte per il 2-1 degli arabi. Al minuto 78 Arabia Saudita addirittura vicinissima al pareggio: bella parata salva risultato di Donnarumma sul tiro quasi a botta sicura di Al Muwallad. 

Finisce 2-1 per gli azzurri che torna al successo dopo ben cinque gare, un bella boccata d’ossigeno per l’Italia peraltro beneaugurante nella gara di esordio di Roberto Mancini sulla panchina azzurra. Tuttavia ancora molte le luci ed ombre per la nazionale azzurra con qualche svarione difensivo di troppo, segno che Mancini dovrà lavorare ancora tanto per ottenere una squadra in grado di imporre il proprio gioco contro tutti sul terreno di gioco. Ottima la prova di Balotelli, così come quella di Insigne e Jorginho. 

 

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.