A Tifo Azzurro il punto di NapoliSoccer.NET sul calciomercato del Napoli

1
1175

Durante la puntata di Tifo Azzurro, un programma di Max Boscia in onda su Tele A e brillantemente condotto da Romina Parisi, sono intervenuti tra gli altri gli ex azzurri Gianni Improta, Gianni Francini, Nicola Mora e Rosario Rivellino auspicando una pronta risoluzione della vicenda James Rodriguez. I calciatori importanti e determinanti, secondo il loro parere condiviso, vanno presi subito e senza rischi e tentennamenti. E’ una trattativa questa che andava impostata ad esempio come quella di Manolas in un detto fatto, anche perchè un eventuale flop metterebbe a repentaglio l’operazione simpatia imbastita in quest’ultimo mese dal presidente e spegnerebbe l’entusiasmo dei napoletani verso l’annunciata campagna abbonamenti che avrebbe di fatto riportato al San Paolo l’affetto dei tifosi.
Ma il mercato è lungo ed in continua evoluzione, come ha spiegato NapoliSoccer.NET nel corso della trasmissione, per ora possono considerarsi chiuse le operazioni che riguardano Rog in uscita verso Cagliari e Elmas in entrata, per il resto Giuntoli ha la priorità di sfoltire gli esuberi per garantire la liquidità necessaria per il continuo del mercato ed in questo senso è in dirittura di arrivo anche il passaggio dell’attaccante Vinicius al Benfica per circa 17 milioni di euro.
In questi ultimi giorni eloquenti sono stati gli interventi di Dries Mertens e Lorenzo Insigne dal ritiro di Dimaro in chiave mercato azzurro: per vincere serve qualità, servono i campioni … e i due piccoletti sono stanchi di arrivare secondi. Quest’anno vogliono vincere, interrompere il dominio bianconero anche per dare uno schiaffo sportivo a Sarri che sta plasmando la corazzata Juve per la prossima stagione. E’ la dimostrazione che lo spogliatoio sia convinto che questo mercato rappresenti l’upgrade necessario per ridurre il gap dalla vetta e magari allungare sulle inseguitrici – importante strategia questa -, Inter in testa, che si ritrovano tutte con un nuovo allenatore.
Il regista delle operazioni di mercato, per quanto sia nell’ombra è Ancelotti, perché questo sarebbe il suo Napoli stavolta. Carlo, infatti, si è speso già personalmente per acquisire personalmente la volontà di James Rodriguez, suo fido scudiero al Real ed al Bayern, a vestire la maglia azzurra, affidando al potente procuratore Mendez la scrittura privata che legherebbe il colombiano al Napoli dalla prossima stagione.
Il tira e molla col Real sulla cifra di indennizzo è gioco commerciale del mercato stesso che continua ad essere trasformato giorno dopo giorno dalle sue stesse variabili, ma la ragionevolezza porta comunque a credere che l’operazione si farà… solo questione di tempo. La formula di pagamento ci darà indizi sulle successive mosse di mercato di De Laurentiis che non ha mai fatto mistero di voler accogliere anche un attaccante, possibilmente uno che infiammi il San Paolo e che sfrutti al meglio le numerose occasioni da rete che il Napoli ha saputo confezionare col proprio gioco nella scorsa stagione.
Determinante potrebbe essere quindi la modalità di pagamento da concordare per Rodriguez col Real: Florentino vuole il cash subito considerando che i 42 milioni richiesti sono già di per sé uno sconto alla luce del fatto che per i blancos il fantasista colombiano è stato messo sul mercato per 50 milioni, mentre la società partenopea conta di procedere con un prestito oneroso con diritto (magari anche obbligo) di riscatto il prossimo anno.
Questa possibilità garantirebbe a De Laurentiis ancora un piccolo tesoretto da investire su un attaccante importante. Qui i nomi si sono già spesi e don Carlo ha messo al primo posto della lista un attaccante di movimento capace di occupare tutti i reparti dell’attacco: Rodrigo per il quale Giuntoli è volato in Spagna proprio per capire definitivamente i margini dell’affare, tornando poi con un niente di fatto in quanto il calciatore, che disputerebbe comunque la Champions con il Valencia, gradirebbe un buon contratto in Premier.
Pepè è il nome nuovo, ma che ha gli occhi addosso di Manchester Utd e Psg che dovrà occupare la casella lasciata vuota da Neymar. Sarebbe comunque una operazione da circa 150 milioni tra ingaggio e cartellino, su un calciatore che ancora deve esplodere e che poco si aggrada alle linee guida di bilancio imposte da Chiavelli. Icardi è la soluzione più interessante per una serie di motivi. Il primo perché intriga il presidente che potrebbe fare una notevole plusvalenza tenuto conto che Maurito ha solo 26 anni; secondo il valore d’acquisto conveniente; terzo conosce già il campionato italiano; quarto garantirebbe quel potenziale mancante alla squadra in aria di rigore che consentirebbe di giocarsela al meglio in Italia con la Juve ed in Europa con maggiore qualità, proprio quella richiamata da Insigne e Mertens.
Il capitano di diritto e quello di fatto….

Condividi
Articolo precedenteNapoli il report dell’allenamento odierno; primo giorno per Meret
Prossimo articoloNapoli-Feralpisalò: le probabili formazioni
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.


1 COMMENTO

  1. E’ una settimana che annunciano l’arrivo di Elmas.
    Come al solito, il Napoli per comprare un giocatore impiega il quintuplo del tempo di altre squadre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.