Juve Stabia-Potenza, le dichiarazioni in conferenza di Caserta, Carlini e Mezavilla

0
1166

Juve Stabia-Potenza: le conferenza stampa e tutte le dichiarazioni del tecnico Fabio Caserta e dei calciatori Carlini e Mezavilla

Al termine di Juve Stabia-Potenza in conferenza stampa sono intervenuti il tecnico Fabio Caserta e i calciatori Carlini e Mezavilla. Le loro dichiarazioni sono state raccolte e sintetizzate dall’inviato al “Menti” di Napolisoccer.NET. Il primo a parlare è stato Carlini: “In tribuna c’ero mio figlio e aspettavo il momento per dedicargli il gol. E’ stata un’emozione doppia per me. Il Potenza è un’ottima squadra che ci ha messo in difficoltà ad inizio secondo tempo. Poi il mister ha spostato Mezavilla su Strambelli e mi ha consentito di spingermi in zona gol. I numeri sono dalla nostra parte in questo momento, non dobbiamo credere che vinceremo tutto. Abbiamo la convinzione di essere un ottima squadra. Ma dobbiamo continuare con la stessa cattiveria e intensità. Sul gol la palla è carambolata tra me e il portiere ed è rimasta sul mio piede. Siamo una rosa e una squadra competitiva. Ci sono altri giocatori che vanno a comporre un mosaico importante. Giocando ogni tre giorni ci vorrà il contributo di tutti. La sana competizione porterà buoni risultati. I derby sono sempre partite a sé stante. Speriamo vengano fuori i valori tecnici a Pagani perché la Juve Stabia è più forte. Speriamo di vincere”. 

Poi è stata la volta di Adriano Mezavilla ad intervenire in conferenza stampa: “Per me è stata una gioia grande tornare ad indossare la maglia della Juve Stabia. L’obiettivo è pensare a gara dopo gara. Dobbiamo essere bravi a mettere in pratica ciò che ci dice il mister. Io ho vissuto il 19 giugno del 2011, c’è voglia di fare bene ma dobbiamo pensare a gara dopo gara. Bellissimo tornare ad indossare questa maglia. Era una cosa che sognavo ma non pensavo di tornare. Sono felicissimo di essere tornato. Cerco di mettere l’esperienza sul campo, abbiamo grandi margini di miglioramento. Se continuiamo così ci toglieremo tante soddisfazioni. Caserta è entrato nello spirito dell’allenatore. Dobbiamo essere bravi noi a fare quello che ci chiede. Mi fa piacere essere il giocatore bandiera della Juve Stabia. Qui mi sento a casa”.

Infine il tecnico Fabio Caserta ha parlato di Juve Stabia-Potenza: “Ieri i ragazzi e mia moglie mi hanno fatto una bella sorpresa festeggiando a sorpresa i miei 40 anni. La vittoria di oggi è stata la ciliegina sulla torta. Credo che l’equilibrio in una squadra che gioca il 4-3-3 te lo da sempre a centrocampo il regista. Ad inizio secondo tempo Calò si era abbassato e abbiamo rischiato qualcosa. Ma non si può pretendere di dominare per 90 minuti. Sono due mesi che ci alleniamo ma sono solo due gare di campionato. Una squadra che sa soffrire e non si scompone nei momenti di difficoltà è una cosa molto importante per fare un campionato importante. Il momento in cui la squadra sa di essere in difficoltà e non si scompone è una cosa molto importante. Mezavilla si è calato nella nostra mentalità ed è sereno. La base è l’allenamento, se hai voglia di fare è l’arma che ti permette di allungare anche la carriera. E’ arrivato con la giusta mentalità e tutto diventa più facile. Sono contento di questo e lui può darci una grossa mano. L’unica nota negativa è Mastalli, domani faremo degli esami e vedremo cosa si è fatto alla caviglia sinistra. Domani inizieremo a preparare il derby di Pagani. La gara sarà difficile e non ci dobbiamo illudere per queste due vittorie. Siamo solo all’inizio, dobbiamo stare concentrati e preparala bene. Vincere due gare contro due squadre forti non è facile ma non mi voglio illudere. Dipende da come approcciamo il campionato e il campionato lo abbiamo iniziato benissimo. Non dobbiamo pensare al quarto posto dello scorso anno. Sono solo due partite, non dovremo mai abbassare la guardia. La Paganese farà di tutto per vincere contro di noi domenica prossima”. 

 

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.