Ancelotti presenta Napoli-PSG: “Serve fare ancor meglio di Parigi, prestazione determinante. PSG? Strategia indecifrabile”

0
602


Carlo Ancelotti ha presentato Napoli-PSG di domani sera nella conferenza stampa pregara di Castel Volturno. Queste le sue parole raccolte dal nostro inviato al centro tecnico del Napoli.

“La vigilia non cambia rispetto alle altre gare, il gruppo sta bene, abbiamo recuperato bene dopo venerdì. Sappiamo la difficoltà e l’importanza della gara, sappiamo tutto quello che dobbiamo fare. L’ambiente è carico nella maniera giusta per cercare di fare il meglio delle nostre possibilità.

Credo che nella partita di andata il PSG ha usato due maniere differenti di strategia, e sinceramente non so che tipo di strategia andranno ad utilizzare al San Paolo. Rimangono una squadra molto forte da affrontare, e a seconda della strategia che useranno cambierà anche la nostra. In questo momento è tutto indecifrabile. 

Come ho detto è sempre un piacere ritrovare Buffon, vedere che è molto motivato nonostante l’età. Sarà un piacere, grande rispetto per il professionista e grande affetto per l’amico. 

Il momento giusto per affrontare le grandi squadre non esiste. Abbiamo grande rispetto per questa squadra che è fortissima. Aver fatto bene la gara d’andata ci dà molta convinzione, ma resta una partita molto difficile. Quello che siamo riusciti a fare sul campo al Parco dei Principi l’ha resa una partita più semplice, e vogliamo ripeterci. Ma se non facciamo bene sul campo, diventa una partita impossibile. 

C’è tanta differenza tra il PSG che ho allenato e quello di oggi, sono passati tanti anni e il progetto che era in costruzione si sta realizzando e si è realizzato. Manca poco per l’obiettivo finale di vincere la Champions League. L’obiettivo che c’era quando c’ero io – essere tra le squadre più forti d’Europa – oggi è già realtà.

Credo che il girone rimane ancora adesso, dopo tre partite, molto equilibrato e incerto. Come noi il PSG non farà calcoli di classifica. Nessuno li sta facendo, di sicuro verranno per vincere perché è nella mentalità delle grandi squadre venire sul campo degli avversari per vincere. Dalla parte nostra è molto positivo che il girone sia molto equilibrato perché al sorteggio eravamo la terza ruota del carro e adesso siamo lì a giocarci il passaggio del turno.

Per guardare ai traguardi è presto, abbiamo ampi margini di miglioramento e sappiamo di poter migliorare. Non vogliamo fare calcoli né in campionato né in questo girone, dove il traguardo è più vicino. La partita di domani si gioca per farla al meglio delle nostre possibilità e anche qualcosa in più perché per vincerla serve fare qualcosa in più del normale.

Le sensazioni che mi dà questa squadra quando la vedo allenarsi, giocare e fare errori come con l’Empoli mi parlano di un gruppo molto attento, molto applicato, che segue un’idea ben precisa, l’idea di quello che vogliamo fare. Questo non fa altro che aumentare le mie responsabilità, perché con un gruppo che ti segue, meno cavolate fai e dici meglio è, perché se dici una cavolata ti seguono ugualmente. Il fatto che sia un gruppo molto preciso e applicato mi dà la responsabilità di dover trovare la chiave d’interpretazione migliore per ogni partita. 

Per vincere si deve fare meglio di quanto fatto a Parigi, il risultato non ci ha premiato per quello che abbiamo fatto ma non è venuto fuori per caso. Ci sono state situazioni in cui siamo stati leziosi e dovevamo essere efficaci. Per vincere domani occorre fare qualcosa di straordinario.

Le vigilie di queste partite sono sempre le stesse, si cerca di dare serenità, tranquillità, consapevolezza. Sappiamo tutti che troveremo un grande ambiente, un’intera città che ci appoggia, ma il fattore determinante è la prestazione della squadra. L’appoggio del tifo può diventare determinante solo se saremo noi ad essere concentrati, forti, determinati e consapevoli in campo. 

Sono molto contento della squadra, l’ho detto in molte circostanze. È una squadra che mi piace allenare perché mi dà entusiasmo e soddisfazione. Alla partita di andata abbiamo dato il peso giusto, una gara ben giocata con un risultato positivo, ma è il passato. Ora siamo concentrati su domani e speriamo di poterne uscire con le stesse sensazioni”. 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.