Ancelotti alla stampa: “Napoli in crescita, PSG più compatto. Contenti di esser primi a questo punto del girone”

0
347

ancelotti-champions_24.10.2018.jpgLa conferenza stampa di Carlo Ancelotti dopo Napoli-PSG 1-1.

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, ha risposto alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa dopogara di Napoli-PSG 1-1. Queste le sue parole raccolte dal nostro inviato nella sala stampa dell’impianto di Fuorigrotta.

“Credo che l’approccio sia stato giusto, anche se era vero che c’era differenza d’intensità. L’obiettivo era togliere rifornimenti a Neymar e Di Maria, di azioni pericolose nel primo tempo se ne sono viste poche. Il risultato ci ha costretto a giocare con più veemenza, prendendo qualche rischio in più. Sono partiti un paio di volte in contropiede e li abbiamo gestiti bene, loro hanno fatto una partita diversa rispetto all’andata, noi siamo stati frenetici e abbiamo anticipato troppo la giocata. È venuta fuori una partita molto buona, difficile e complicata, ma con un risultato positivo.

Mertens ha avuto un problema alla spalla, sarà valutato domani, l’entità non è chiara, anche se non sembra una cosa molto seria. Sono contento, avevamo una doppia partita contro una delle squadre più forti d’Europa, siamo passati prendendoci un piccolo vantaggio, che non è poco perché servirà giocarsela fino alla fine. Ma siamo contenti che a questo punto siamo lì davanti. 

Lo stadio è stata una grande emozione. Abbiamo bisogno di questo entusiasmo e passione se vogliamo fare qualcosa al di fuori della normalità. E questo oltre ad essere un aiuto diventa anche uno stimolo per tutti noi, sentire tanta passione intorno. Mi auguro che si possano ripetere queste partite e questi momenti perché sono il sale del nostro lavoro. 

La strategia della partita era, in fase di attacco, di giocare in maniera differente rispetto alla partita di Parigi perché loro giocavano con un sistema differente. Il limite è stato essere troppo frenetici, perché lo spazio si sarebbe trovato con pazienza. In fase difensiva il primo obiettivo era limitare i rifornimenti per Neymar e Di Maria, perché avrebbero imbeccato Mbappé. Per questo Callejon e Ruiz hanno dovuto stringere per aiutare Hamsik, e loro hanno fatto una gestione tranquilla del pallone, ma coi tre centrali difensivi e senza creare grossi problemi.
Per quello che è successo oggi, abbiamo fatto un bel risultato a Belgrado, poteva andare peggio. 

È un momento in cui questa squadra sta crescendo e credo che continuerà a crescere. La gestione delle partite, e all’interno della partita, è abbastanza chiara a tutti. Sappiamo quando c’è da soffrire e sacrificarsi, l’importante è che tutte le situazioni si fanno assieme: quando c’è da difendere gli attaccanti rientrano e quando c’è da attaccare i difensori spingono. L’atteggiamento generale collettivo è soddisfacente e, non vorrei sbagliarmi, in miglioramento. 

Il PSG è sempre una squadra formidabile con giocatori di altissimo livello che possono cambiare l’assetto della partita in un attimo. Le difficoltà: credo che il PSG ha giocato in maniera più compatta rispetto al primo tempo della partita d’andata”. 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.