Juric: “Napoli più imprevedibile rispetto al passato. Giochiamo con due punte dall’inizio”

0
616

genoa-juric11_20.8.2017.jpgIvan Juric, tecnico del Genoa, ha presentato in conferenza stampa la vigilia di Genoa-Napoli, partita che si giocherà domani sera allo Stadio Ferraris di Marassi, nel capoluogo ligure. Queste le sue parole raccolte e sintetizzate dalla redazione di NapoliSoccer.NET per i propri lettori. 

“Si è lavorato molto bene, è andato tutto come doveva andare. Veloso o Mazzitelli? Questa scelta è difficile, perché da una parte si guadagna una cosa, dall’altra un’altra. Sono scelte diverse, vedremo. Secondo me la squadra è in crescita, escludendo l’ultima partita. Giocheremo contro una grandissima squadra, occorrerà lo stesso coraggio avuto in passato. 

Il livello delle squadre forti in Italia si è alzato, mi riferisco ovviamente a Juve, Napoli ed Inter. Quest’anno gli azzurri danno pochi punti di riferimento, è una squadra più imprevedibile rispetto a quando la gestiva Sarri, che resta un maestro.

Piatek? Da quando sono arrivato l’ho visto bene, ma quando fai tre partite in una settimana puoi essere un po’ stanco. Lui sta bene. Il 5-0 contro l’Inter? Chiedere agli avversari di smettere di attaccare è umiliante. I ragazzi sono stati coraggiosi. Domani contestazione? Sono cose in cui non si può far niente: noi possiamo solo prepararci in settimana e fare una grande partita ma il resto non deve toccarci.

Sto vivendo un momento di tranquillità, conoscevo le difficoltà del calendario e penso che abbiamo fatto veramente bene. La squadra è cresciuta dal punto di vista del gioco, dell’intensità, del coraggio. Con l’Inter era comprensibile un calo mentale, essere sempre al 100% contro una grande è difficile. Dal resto mi sono isolato, voglio allenare bene la squadra: è l’unica cosa che mi interessa. Questo gruppo ha tanti margini di miglioramento, abbiamo anche giocatori forti che possono fare veramente bene.

Giocheremo con due attaccanti dall’inizio, perché sono forti, poi varieremo dietro ma in maniera simile all’ultima partita. Mi dispiace non aver ancora fatto giocare Lopez. Lo apprezzo ogni giorno di più, si vede la classe che ha e il modo di leggere il gioco. Sarà utile alla squadra”.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.