Atalanta-Napoli vista dal tifoso: Bentornato Milik!

0
736

passionepallone.jpgQuanto è bello vederti finalmente decisivo, Arek! Questa vittoria e questi 3 punti sono tutti tuoi. Atalanta-Napoli 1-2, decide Arkadiusz Milik.

Era quello che serviva al Napoli, oltre la vittoria. Il poter contare sul morale e sulla forza di un attaccante che ha tutto per essere fondamentale e decisivo per questa squadra. Ora con questo gran gol da 3 punti, tutti noi speriamo che Milik possa finalmente ritornare l’attaccante di livello arrivato 3 anni fa per sostituire un certo bomber accecato dal Dio Denaro.

Bella partita quella di Bergamo. Dura, veloce e soprattutto senza nessun episodio disgustoso da registrare fuori dal terreno di gioco, almeno durante i 90 minuti. Si era parlato a lungo in questi giorni del clima ostile dello stadio Azzurri d’Italia. Il comunicato (assurdo) della curva orobica, la rivalità tra le due squadre e tante altre possibili “minacce” pericolose. Alla fine, invece, ha prevalso il buon senso. Lo stadio si è comportato da buon stadio. Si è tifato, ma non ci sono stati cori di stampo razzista e di questo va da merito non solo all’Atalanta ma anche ai suoi tifosi.

Detto questo, la cronaca della partita è stata degna di un gran bel Monday night. Clima rigido e avversario ostico. Queste le due grandi insidie affrontate dal Napoli nella fredda serata di Bergamo. Ancelotti ha fatto le prove di Champions mandando in campo lo stesso 11 europeo. Pronti via ed è subito 1-0 per gli azzurri. Grande contropiede. Tocco intelligente di Allan per Insigne che salta il fuorigioco atalantino, assist di Lorenzo per Ruiz che insacca di prima battendo Berisha. Sarà questo il leit motiv dei primi 45 minuti. Atalanta che pressa alto, altissimo, quasi ad aggredire la trequarti del Napoli e azzurri che non appena possono, partono in contropiedi micidiali. Alla fine, oltre gol si conteranno almeno altre 2 limpide palle gol, dove però Ruiz prima e Insigne poi non riescono a centrare il bersaglio grosso. Si va al riposo sull’1-0.

La ripresa si apre all’esatto opposto. Atalanta che parte a razzo e dopo pochi minuti prima sfiora il pareggio poi lo raggiunge con Zapata. Il suo gol riapre la vecchia ferita degli ex bomber azzurri in rete contro il Napoli con la maglia orobica. Prima era Denis, ora lui. Il Napoli accusa per un po’ il pareggio e l’Atalanta per i primi 20 minuti della ripresa mette quasi paura agli azzurri. Poi, con i cambi di Ancelotti, il Napoli torna prepotentemente in partita. Dentro Hysaj, Zielinski e Milik. Gli azzurri alzano il baricentro e cercano la vittoria. Prima sfiora il gol Insigne, poi la magia di Milik. Filtrante di Zielinski, stop dell’attaccante polacco che a volo in corsa trafigge Berisha in uscita. 1-2 ed il Napoli sbanca Bergamo. Ora non bisogna più mollare. Forza Napoli sempre.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.