I “Quadri” di Napoli-SPAL: il migliore e il peggior azzurro secondo NapoliSoccer.NET

0
821

QUADRII “quadri” di Napoli-SPAL: il migliore ed il peggiore in campo tra gli azzurri secondo i redattori di NapoliSoccer.NET.

I “quadri”, cinque redattori per cinque giudizi sul peggiore e il migliore azzurro in campo per Napoli-SPAL, 17^ giornata del campionato di Serie A. Cinque diversi sguardi sulla partita per ricordare che il calcio è bello anche perché ognuno lo vede a modo suo.

Di seguito i giudizi per Napoli-SPAL. 

MIGLIORE: Meret. Fino al minuto 90 il migliore era stato Koulibaly, ma Meret con 2 parate decisive a tempo scaduto guadagna a pieno merito la palma del migliore in campo. Il ragazzino dimostra tutto il suo valore salvando il risultato prima parando un tiro ravvicinato di Paloschi e successivamente compiendo un miracolo sul calcio d’angolo della Spal al 92′.
PEGGIORE: Mertens. Oggi il fantasma di se stesso. Non riesce mai ad entrare in partita, sempre fuori dal gioco… si fa notare solo in occasione della triangolazione con Insigne quasi a fine gara. Ma sicuramente non sufficiente la sua prestazione odierna. (Alessandro Scetta).

MIGLIORE: Koulibaly. Nonostante le ottime parate di Meret – che è lì per fare il suo “dovere – il difensore inanella l’ennesima prestazione mostruosa, con precisione nell’anticipo e fisicità straripante che ormai lo rendono per distacco il miglior difensore della Serie A e uno dei migliori d’Europa. Trattenerlo sarà davvero un miracolo.
PEGGIORE: Mertens. La sensazione è che sia diventato fin troppo lezioso, e che l’imprecisione che avrebbe potuto essere solo figlia di un cattivo momento di forma, possa finire per divenire una delle sue caratteristiche di questa stagione. Svaria forse fin troppo per ciò che Ancelotti vuole da lui, e finisce per mancare al centro dell’area. (Alberto F. Sanci).

MIGLIORE: Meret. Per 90 minuti il Napoli non corre rischi ed il portiere azzurro fa praticamente da spettatore. Nei minuti di recupero però l’ex Udinese è chiamato a fare gli straordinari, prima con una parata a tu per tu con Paloschi e poco dopo compiendo un intervento fenomenale sul colpo di testa di Fares. Parate che valgono la vittoria degli azzurri, incapaci di chiudere prima la partita.
PEGGIORE: Rog. Non demerita nel ruolo che solitamente è di Allan, anche perchè l’avversario non è di quelli complicati. Deve ancora maturare sotto alcuni aspetti, come nelle interdizioni dove spesso entra sugli avversari con troppa foga. Al 61′ rimedia il solito cartellino giallo e dopo pochi minuti il mister lo sostituisce anche per non rischiare di rimanere in dieci. (Massimo Sergio).

MIGLIORE: Meret. Con due parate che valgono tre punti salva nel finale una gara molto complicata che il Napoli non ha mai saputo chiudere. Un portiere ritrovato con un grande futuro davanti a se.
PEGGIORE: Rog. Insieme a Zielinski è sempre sul punto di spiccare il volo e abbandonare il ruolo di eterna promessa. Però così come Zielinski non lo fa mai e la gara di oggi ne è una riprova. Altro neo l’immancabile ammonizione. (Natale Giusti).

MIGLIORE: Meret. Torna titolare e si fa apprezzare per due interventi determinanti sul finire di partita. Se nella prima circostanza probabilmente l’avversario era in fuorigioco (non fischiato, si sarebbe dovuto attendere la decisione VAR) sicuramente sul secondo ha mostrato le sue qualità. Con un intervento – tra l’istintivo ed il felino – ha letteralmente tolto dall’angolo basso un palla destinata a finire in rete (e la palma di migliore in campo a Koulibaly).
PEGGIORE: Rog. Non che abbia giocato male, anzi la sufficienza sicuramente la merita. Però anche stavolta ha peccato in eccesso di dinamismo. Deve riuscire a gestire meglio la sua “aggressività” perchè spesso eccede e guadagna cartellini gialli. Tant’è che costringe Ancelotti a sprecare un cambio che non aveva in mente. (Giovanni D’Oriano).

Ulteriori approfondimenti sulla gara: COMMENTO e PAGELLE.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.