Scontri Inter-Napoli: Il capo ultras interista interrogato dal GIP di Milano

0
583

Prosegue l’inchiesta per la morte di Daniele Belardinelli a seguito degli incidenti verificatesi la sera di Santo Stefano prima di Inter-Napoli. Ad essere interrogato è il capo ultrà interista Marco Piovella, in carcere dal 31 mattina, che per più di due ore ha risposto alle domande del GIP, Guido Salvini, al Tribunale di Milano. 

Secondo la Gazzetta dello Sport, il capo ultras interista noto con il soprannome “il rosso”, indicato da Da Ros – uno degli ultrà interisti arrestato dopo gli scontri -, tra coloro che hanno pianificato l’agguato ai tifosi del Napoli, non ha risposto alle domande relative all’imboscata, spiegando «sono il responsabile delle coreografie nel direttivò della curva» pur confermando soltanto la sua presenza («Sì, ero là»), ma ha riferito al GIP soltanto notizie connesse all’investimento di Daniele Belardinelli (Dede) e dei suoi rapporti con la vittima.

Piovella avrebbe raccontato di aver visto l’amico steso in strada praticamente alla fine degli incidenti, e che l’ultrà del Varese sarebbe stato travolto da un’auto, forse la seconda dopo quella che l’aveva buttato giù durante l’assalto ai napoletani, spiegando di essere stato lui a metterlo sulla macchina che l’ha portato all’Ospedale San Carlo. 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.