L’ex arbitro Marelli crede che l’IFAB sia pronta a rivedere il protocollo VAR

1
1028

Luca Marelli, ex arbitro e autore di un seguitissimo blog sulle vicende arbitrali, è stato intervistato in diretta ieri a ‘ Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC Targato Italia. Tra le sue dichiarazioni, l’importante affermazione che l’IFAB è già pronta a ridiscutere il protocollo VAR nel prossimo marzo. Di seguito le sue parole sintetizzate dalla redazione di NapoliSoccer.NET per i propri lettori. 

“Rigore di Ferrari in Juventus-Sampdoria? L’opinione non la cambio. C’erano due elementi che non mi facevano propendere per il calcio di rigore: il braccio davanti al corpo e il pallone che rimbalza improvvisamente dalla coppia di giocatori davanti a lui. Esiste la colposità e non la volontarietà? È una questione su cui l’IFAB, come emerso dalla riunione di novembre, sta riflettendo. Si riflette sull’eliminare il concetto di volontarietà, perché è un concetto superato e si è più vicini ad un concetto di colposità, ma bisognerebbe fare un po’ di chiarezza. Bisognerebbe a resettare tutto. Oggettivamente non si capisce niente.

Si può far partire un’istanza in cui far cambiare protocollo? Non ce n’è bisogno. A marzo si discuterà del cambio di protocollo. Sicuramente se ne discuterà. Il protocollo sta mostrando grosse lacune. Citando un lettore del mio blog “sono i dolori dell’adolescenza del VAR”. La modifica non è stata così profonda, ma ha avuto delle conseguenze.

Challenge risolverebbe? Sì, ma nel futuro. Penso sia una cosa che avverrà tra 2 o 3 anni. Nessuna differenza tra sospensione o interruzione? Ci sono differenze, ma sono minime. Il problema non sono le regole, ma le leggi nazionali. Mazzoleni doveva interrompere la partita per qualche minuto? Mazzoleni non c’entra niente. Il comunicato della UEFA dice che c’è stato un errore di applicazione del protocollo, ma non dice chi non l’ha applicato. Non dice che sia stato il questore, l’arbitro o qualcun altro. Il problema è che il responsabile dell’ordine pubblico ha agito di testa sua”.



1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.