Ancelotti: “Non temo di perdere Allan”

0
458
ancelotti_10.12.2018.jpg

Carlo Ancelotti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro il Sassuolo. Queste sono le sue dichiarazioni sintetizzate per i lettori di NapoliSoccer.Net: “Quello del razzismo sembra sia un problema esclusivamente del Napoli, quando in realtà è un problema del calcio italiano. Nell’eventualità di altri cori razzisti noi chiediamo solamente l’interruzione temporanea della partita. Non è un problema nostro, ripeto, ma un grave problema sociale. Non temo di perdere Allan, la società vuole restare competitiva. Stiamo solo valutando con lo staff la partenza di un calciatore in prestito: Chiriches e Younes stanno tornando, noi non vogliamo una rosa troppo ampia. Domani Allan non giocherà dall’inizio perché era in permesso, alla pari di Ospina, per tornare dal Sudamerica: si è allenato poco. Koulibaly è tornato in buona condizione fisica e mentale. Domani sarà in campo dal 1′, la prossima settimana ci sarà il ricorso e poi valuteremo la sua situazione.

Non ci siamo sentiti soli, anzi. C’è stata una sollevazione popolare, il problema è venuto fuori dopo tutte le opinioni. Non è un fenomeno solo italiano, ma è stato debellato in quasi tutti i paesi. Noi siamo indietro ma non dobbiamo scoraggiarci. Se c’è un problema, con la nostra creatività si può risolvere. Però ci vuole la volontà da parte di tutti. C’è un protocollo che con l’Inter non è stato rispettato, e noi vogliamo che lo sia.

Il presidente Gravina sta provando a semplificarlo, non si è parlato di sospensione ma di interruzione temporanea delle partite. Ci sentiamo coinvolti in questa campagna atta al miglioramento sociale e culturale dell’Italia. Non credo possa capitare qualcosa di grosso sul mercato. Probabilmente qualche giocatore potrebbe andare in prestito. Questa società è destinata a crescere nel futuro.

Abbiamo acquistato tanti giovani talenti nel mercato estivo. ora inizia la Coppa Italia e in cinque partite si può arrivare a sollevare un trofeo. Si gioca tutto in 450 minuti, non sono infiniti: se facciamo bene, possiamo aspirare ad arrivare fino in fondo. Non sottovalutiamo nulla, abbiamo lavorato bene e siamo tornati dalle vacanze in buone condizioni. I ragazzi sono concentrati sulla competizione, anche perché è la più vicina da raggiungere. Milik sta crescendo dopo due anni di inattività: sono tanti per un giovane come lui, Arek ha reagito molto bene. Sta trovando sempre più fiducia ed è destinato a crescere. Questa società è destinata a crescere nel futuro.

Gianluca è stato con noi a Dimaro, ha dimostrato ottime qualità verificate nel campionato Primavera. Il lavoro che stanno facendo su di lui sta dando ottimi frutti, la convocazione è un premio: è un calciatore offensivo con grande qualità, sicuramente di prospettiva. Non nascondiamo il fatto che Rog sia il calciatore indiziato per partire in prestito. Con i se e con i ma è dura dire che può essere l’alternativa ad Allan, ho sempre cercato di allontanarli. In questo momento non c’è nessuna possibilità di questo genere. Verdi mancherà per squalifica, Hamsik, Albiol, Mertens per una distorsione alla caviglia e Chiriches che non è al 100%; consideriamo la Coppa Italia molto importante. Per arrivare in fondo basta poco, nelle partite a eliminazione diretta funziona così. Non vogliamo uscire, è una delle due competizioni nelle quali siamo alla pari con tutti. In campionato siamo un pochino indietro e non dipende solo da noi, mentre in Coppa Italia ed Europa League sì”.

Napolisoccer.NET è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.