Giampaolo alla stampa: “Il Napoli è di un livello diverso rispetto alla Samp”

0
717

Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, ha risposto alle domande dei cronisti presenti nella sala stampa del San Paolo dopo la partita di oggi contro il Napoli. Queste le sue parole raccolte dal nostro inviato a Fuorigrotta.

“Ci sono i meriti del Napoli e qualche demerito nostro in qualche occasione. La qualità dei calciatori crea i presupposti per farti sbagliare qualcosa. Il secondo goal subìto dopo nemmeno due minuti, è stato pesante da digerire, anche se la squadra ha rimesso a posto i cocci. Il Napoli è una squadra di grande qualità.

La Samp non esce ridimensionata, perdere a Napoli ci può stare. La Samp esce ridimensionata quando non ci prova, non gioca, non rispetta l’essere Samp. Nelle ultime dieci abbiamo perso solo contro Napoli e Juve, ci sta. Mi auguro di perdere meno partite possibili, la corsa è lunga, questa sconfitta per noi non cambia nulla. Abbiamo cercato di giocare a calcio, il rammarico è non essere riusciti a fare un goal, l’avremmo resa una gara più difficile.

Il Napoli ha chiuso i giochi col terzo goal. Credo nella qualità e nelle proposte di gioco della mia squadra. Sono tante a competere per un posto al sole, serve avere continuità e avere la capacità di fotocopiare partite e prestazioni ed essere regolari da qui alla fine del campionato.

Ritengo che il Napoli abbia avuto meriti in questa gara. Siamo abituati abbastanza bene, ma ci sta: il Napoli è molto forte, è seconda in classifica, è di un livello diverso rispetto al nostro. Può mettere la partita su un certo tipo di binario. Mi spiace non averla buttata dentro per tirarla fino al 95′ come ci è successo, per esempio, a Torino contro la Juve. Quelli sono gli obiettivi che la Samp deve crearsi contro squadre del genere.

Hamsik? A decidere non è una sola persona, bisogna mettere d’accordo tutti. La scelta di Hamsik è sua, personale, probabilmente concordata con il club. Penso che il Napoli lo sapesse, se avesse voluto avrebbe preso un altro calciatore. Sono molto più avanti rispetto a quello che pensiamo noi.

Sul goal preso abbiamo commesso un errore in uscita. Non si spiega, l’abbiamo preso il 2-0, è stato un errore pesante. Ma la squadra sotto di due goal non si è smarrita. La partita poteva mettersi anche peggio subendo subito il terzo goal. Abbiamo avuto la freddezza di uscire sotto pressione. Non mi preoccupa questa sconfitta.


Ho tolto Ekdal perché abbiamo giocato con due centrocampisti, aveva corso tanto e sprecato energie, avevamo tanti diffidati e i sostituti non sono pronti. Serviva anche gestire queste piccole cose”.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.