Campionato Primavera 1: il Napoli ha battuto il Palermo per 3-2

0
419

scugnizzeria.jpgDopo due mesi senza vittoria, il Napoli Primavera ha ritrovato il successo e lo ha fatto contro un Palermo che adesso è in piena crisi di risultati.

Un primo tempo molto buono per gli azzurrini, che hanno dominato nella metà campo avversaria e, grazie ad uno splendido Mezzoni, hanno creato costanti pericoli agli avversari.

Il Palermo, dal canto suo, ha subìto gli attacchi dei partenopei e, come un pugile chiuso nell’angolo, non è riuscito a reagire. Minuto dopo minuto il Napoli ha preso il dominio del campo, ha attaccato e con Lorenzo Sgarbi ha trovato la rete del vantaggio.

Dopo la rete siglata, il Napoli ha avuto il pieno controllo del pallone, ha gestito la partita e Gianluca Gaetano è salito in cattedra, segnando una doppietta.

Dopo il terzo gol subito, il Palermo è sparito dal campo, il Napoli ha gestito la partita e con Zanon ha sfiorato il quarto gol. Sul finale di primo tempo, il Palermo ha avuto un timido sussulto ma è stato bravo Idasiak a negare a Fradella la rete del 3-1. Sul risultato di 3-0 si è conclusa la prima frazione di gioco.

Nella ripresa si sono invertiti i ruoli: il Napoli è rimasto nello spogliatoio ed il Palermo ha attaccato a spron battuto per cercare la rete che potesse riaprire l’incontro.

Il più attivo è stato capitan Rizzo che, a più riprese, ha sfiorato il gol del 3-1. Al minuto 62 è stato invece Birligea a trovare la rete del 3-1: l’attaccante rosanero ha approfittato di un grossolano errore del portiere azzurro Idasiak per riaprire la partita.

Dopo la rete realizzata, il Palermo ha ripreso ancora più fiducia, ha continuato ad attaccare e per porre un freno alle sortite offensive avversarie, Baronio ha fatto entrare Bertoli e Labriola per Gaetano e Palmieri. Tuttavia l’effetto non è stato quello sperato, con il Palermo vicino al gol e fermato solo dal palo, su tiro di Rizzo.

Al minuto 85 Baronio ha cercato di serrare ulteriormente i ranghi effettuando un triplo cambio; facendo entrare Lovisa, Saporetti e Manzi per Mezzoni, D’Alessandro e Sgarbi.

Nei minuti finali il Palermo ha tentato l’assedio finale; ritrovandosi assegnato prima un rigore di dubbia esistenza, che Santoro ha calciato sulla traversa, ma nell’ultimo minuto di gioco ha segnato con De Stefano il gol del 3-2.

Al triplice fischio il Napoli ha battuto il Palermo, un successo importante per gli azzurrini che con questo trionfo si sono portati a +7 dalla zona play-out e a – 4 dalla zona play-off.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.