Campionato Primavera 1: grazie ad una rete di Gianluca Gaetano il Napoli batte l’Udinese 1-0

0
506

scugnizzeria.jpgRitrova il successo il Napoli di Roberto Baronio che, battendo l’Udinese per 1-0, in attese delle altre gare, si mette a meno uno dalla zona play-off e a più nove dalla zona play-out.

Gli azzurrini hanno avuto in mano il pallino del gioco per tutta la gara, mentre l’Udinese ha faticato ad uscire dalla propria area di rigore e quelle poche volte che lo ha fatto raramente è riuscita a creare difficoltà al portiere azzurro Alessandro D’Andrea.

Pronti via, ed il Napoli ha avuto subito la possibilità di passare in vantaggio ma al 5’ la conclusione di Palmieri è stata abilmente intercettata da Gasparini, poco dopo è Gianluca Gaetano a divorarsi la rete del vantaggio, sbagliando un rigore in movimento.

Con il passare dei minuti gli azzurrini hanno continuato ad attaccare, hanno mosso bene la palla ma si sono trovati contro una Udinese, che, restando chiusa nella propria metà campo, ha chiuso tutte le linee di passaggio e di tiro verso la propria porta.

A quel punto gli azzurrini hanno cercato di rendersi pericolosi attraverso le palle inattive ma al 33’ il colpo di testa di Claudio Manzi è terminato di poco alto sopra la traversa.

Nella ripresa pronti via ed il copione della gara è stato sempre lo stesso con un Napoli all’attacco ed un Udinese in palese difficoltà di gioco e di idee.

Al minuto 58 il portiere ospite è stato chiamato ad un doppio miracoloso intervento che ha negato il gol a Gaetano prima e a Palmieri poi. Tuttavia al 62’ il portiere friulano non ha potuto nulla sul tiro di Gianluca Gaetano, che al termine di un’azione straordinaria, iniziata con una progressione dalla propria di rigore, e proseguita con il salto di due avversari, ha portato in vantaggio la squadra azzurra.

Dopo la rete subita, l’Udinese ha avuto una timida reazione, ha attaccato ed ha sfiorato la rete del pari, complice l’uscita un po’ avventata del portiere azzurra D’Andrea.

Alla lunga la girandola delle sostituzioni ha abbassato l’intensità della partita ed il Napoli è riuscito senza problemi a gestire il vantaggio, sfiorando addirittura la rete del raddoppio con Antonio Negro, che all’80’ di testa non è riuscito a battere il portiere avversario.

Nei minuti finali nel match da segnalare l’ingresso di Francesco Renzi, figlio dell’ex premier Matteo, e dell’espulsione di Filipiak per fallo da ultimo uomo su Negro.

Al triplice fischio dell’arbitro è esplosa la gioia della squadra azzurra, che con questo successo allunga di nove punti sulla zona salvezza



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.