Campionato Primavera 1: finisce 1-1 tra Napoli e Genoa

0
400

scugnizzeria.jpgGli azzurrini non approfittano della superiorità numerica e pareggiano contro il Genoa.

È finita 1-1 la partita tra Genoa e Napoli valida per la ventiduesima giornata del Campionato Primavera 1 2018-19.

Una partita molto bella e spettacolare, in cui gli azzurrini di Roberto Baronio non sono riusciti a sfruttare la superiorità numerica che hanno avuto per quasi tutta la partita.

Pronti via ed il Napoli ha subito attaccato, assediando la metà campo avversaria, rendendosi molto pericoloso grazie al solito Gianluca Gaetano, che, caricandosi la squadra sulle spalle, con le sue accelerazioni è stata una costante spina nel fianco degli avversari.

Al 10’ il Genoa è rimasto in 10 a causa dell’espulsione di Zanoli, che con un fallo da ultimo uomo ha atterrato Lorenzo Sgarbi al limite dell’area di rigore, sugli sviluppi della successiva punizione, il tiro di Gianluca Gaetano si è stampato in pieno sul montante ed ha salvato il Genoa dal possibile svantaggio.

Pochi minuti dopo è stato ancora una volta Gaetano a rendersi pericoloso attraverso un calcio d’angolo ma il suo traversone è finito tra le braccia del portiere Russo.

Dopo un quarto d’ora di monologo azzurro, il Geona si è reso pericoloso grazie alla conclusione di Stefano Sturaro, l’ex centrocampista della Juventus, riscattato per 20 milioni dal club ligure nell’ultima sessione di calciomercato, nelle ultime tre settimane è stato aggregato in pianta stabile come fuori quota alla Primavera, con cui è riuscito a trovare minutaggio e confidenza con il campo, dopo che una lesione al tallone lo ha tenuto lontano dai campi di gioco da inizio stagione.

La reazione del Napoli non si è fatto attendere ed al minuto 21 ha sfiorato il vantaggio con Claudio Manzi, che sugli sviluppi di un calcio di punizione non è riuscito ad risucito ad impattare la palla per battere l’estremo difensore avversario.

Nonostante il Napoli sia stato più attivo, tuttavia al 23’ è stata il Genoa a passare in vantaggio grazie a Karic, che dopo una grandissima parata di D’Andrea su Szabo, ha ribadito la palla in rete.

Dopo la rete subita il Napoli ha accusato il colpo; infatti poco dopo il Genoa ha segnato il 2-0 con Da Cunha ma l’arbitro ha annullato per fuorigioco. Dopo il momento di sbandamento il Napoli ha riorganizzato le idee ed ha sfiorato il pari prima con Saporetti e poi con Mezzoni.

Al minuto 38 gli azzurrini hanno pareggiato grazie a Claudio Manzi, il quale sugli sviluppi di un calcio d’angolo è riuscito in semi rovesciata a segnare la rete dell’1-1. L’ultima azione del primo tempo è del Napoli, con Saporetti che non è riuscito a segnare la rete nell’1-2.

Nella ripresa la partita è stata molto bloccata, entrambe le squadre si sono studiate con l’equilibrio che ha regnato sovrano, anche a causa del vortice delle sostituzioni ha abbassato notevolmente il ritmo della gara.

Nel Napoli l’assenza di una punta sgusciante come Ciro Palmieri che non da riferimento agli avversari sulla lunga si è fatta sentire; infatti prima Saporetti e poi Negro sono apparsi evanescenti e poco utili alla causa partenopea.

Il Genoa, nonostante l’inferiorità numerica, ha tenuto bene il campo ed ha saputo tenere a bada il Napoli, che avrebbe potuto osare di più ma raramente si è affacciato dalle parti di Russo.

Al triplice fischio la partita si è conclusa con il risultato di 1-1, il Napoli resta agganciato al treno play-off, anche in virtù del pari della Juventus contro il Palermo, restano ad un solo punto in classifica dai bianconeri, che occupano l’ultimo posto utile per il raggiungimento delle finali scudetto.

Adesso il Campionato Primavera 1 si prenderà una piccola sosta per dar spazio al torneo di Viareggio, riprenderà il 30 marzo e vedrà il Napoli impegnato in casa contro il Chievo.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.