Champions: sorprese agli ottavi. Fuori PSG, Real e Roma!

0
205
logo-champions-new.jpg

Ottavi di finale di Champions League pieni di sorprese: tra martedì e mercoledì, infatti, il ritorno delle prime quattro sfide degli ottavi di finale della massima competizione europea hanno riservato sorprese clamorose agli appassionati di calcio.

Le favorite Real Madrid, PSG e Roma sono state infatti clamorosamente eliminate da Ajax, Manchester United e Porto, dopo avere anche vinto la prima delle due sfide. Ma scendiamo nel racconto delle singole gare.

Real Madrid – Ajax 1-4 (2-1 all’andata, 3-5 per gli olandesi il risultato complessivo). Al Bernabeu i blancos incappano in una sconfitta tanto clamorosa quanto inaspettata. Dopo la vittoria – immeritata – in Olanda, in molti credevano che il passaggio del turno fosse una formalità per gli uomini di Solari. E invece la squadra olandese ha bissato la prestazione dell’andata, colpendo però inesorabilmente la difesa madridista ed estromettendo dalla competizione i campioni in carica. Solari è ora sulla graticola: l’eliminazione dalla Champions arriva dopo la doppia sconfitta contro il Barça che ha segnato l’abbandono degli altri due obiettivi stagionali, Liga e Copa del Rey. L’Ajax si candida a vera mina vagante nel lotto dei quarti.

Borussia Dortmund – Tottenham 0-1 (0-3 all’andata, 0-4 complessivo per gli inglesi). Il Tottenham conferma il proprio momento positivo di forma così come il Borussia prosegue in una fase di rendimento calante che lo sta portando anche a perdere la leadership in Bundesliga che sembrava fuori discussione fino a poche settimane fa. Dopo un primo tempo equilibrato il Tottenham colpisce a inizio ripresa con Kane, condannando da quel momento i tedeschi all’eliminazione.

PSG – Manchester United 1-3 (2-0 all’andata, 3-3 complessivo con gli inglesi che passano per le reti in trasferta). Al Parco dei Principi va in scena l’ennesimo suicidio sportivo del PSG che, dopo aver vinto esemplarmente 0-2 all’Old Trafford all’andata, lascia il passaggio del turno agli uomini di Solskjaer che approfittano di una prestazione estremamente scialba dei francesi, culminata nella papera di Buffon su tiro di Lukaku e nel rigore decisivo subito al 93′ per un fallo di mano di Kimpembé. Ennesima tremenda delusione per lo sceicco: dopo anni di folli investimenti la sua squadra si ferma sempre prima di quanto sperato e previsto.

Porto-Roma 3-1 dts (1-2 all’andata, 4-3 complessivo a favore dei portoghesi). L’ottavo di finale più equilibrato finora termina tra le polemiche per la doppia decisione presa al VAR nei tempi supplementari: il Porto vede assegnarsi un rigore netto per ingenua trattenuta di Florenzi su un cross quasi innocuo; la Roma non arriva alla on field review per uno sgambetto – dubbio – su Schick nell’area di rigore avversaria col VAR che conferma la decisione dell’arbitro in campo.
Prima di arrivare ai supplementari, partita equilibrata e messa sul piano fisico da entrambe le formazioni. Le scelte di Di Francesco non convincono, ma i giallorossi hanno più volte la palla giusta per chiudere il discorso: Dzeko fallisce.

Napolisoccer.NET è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.