Sediolini San Paolo: azzurri sopra, multicolor sotto. L’assurda polemica

0
418
san-paolo_vuoto1_x600_17.9.2016.jpg

L’accordo per il colore dei nuovi sediolini del San Paolo potrebbe essere una via di mezzo molto napoletana dalla resa estetica forse già discutibile.
Nel pomeriggio di oggi diversi esponenti dell’amministrazione (il sindaco De Magistris, l’assessore allo Sport Borriello e il commissario alle Universiadi Basile) hanno confermato che la scelta, emersa dall’incontro di ieri dal quale Aurelio De Laurentiis è andato via sbottando, è quella di montare sediolini in diverse tonalità d’azzurro (sarebbero addirittura sei, ndr) nell’anello superiore, e questi più una varietà di giallo e marrone nell’anello inferiore, per andare incontro alle “esigenze televisive” causate dalla poca presenza in quel settore.

La polemica, esplosa ieri, sarebbe nata proprio dalla richiesta del Napoli – che non può vantare alcuna pretesa sull’impianto non essendone proprietario – di estendere la scelta multicolor all’intero impianto per far sembrare lo stadio “meno vuoto” in tv, così come accade oggi alla Dacia Arena di Udine. La risposta piccata dell’assessore Borriello, che ha invitato il presidente del Napoli ad acquistare giocatori di maggior valore per veder riempire il San Paolo, avrebbe mandato su tutte le furie De Laurentiis.

Ricordiamo che il cambiamento dei sediolini è necessario, perché il San Paolo non è attualmente in regola con le norme europee sugli impianti sportivi anche da questo punto di vista. La scelta provvisoria del Barbera di Palermo avviene ogni anno anche per questo: lo stadio di Fuorigrotta è ormai in deroga pluriennale per l’Uefa.

La sensazione è che “il popolo” voglia i sediolini azzurri e la dirigenza politica farà di tutto per darglieli. L’altra sensazione è che la presidenza del Napoli, e anche questo fa molto strano, non voglia i sediolini del colore della propria società per esigenze prettamente televisive, forse dopo qualche pressione da parte delle stesse emittenti. E anche che De Laurentiis voglia il multicolor invece dell’azzurro, stimola ragionamenti: cosa sa e quanto conta per lui la volontà popolare?

Detto questo, tanto clamore per la scelta dei colori fa ovviamente riflettere: le scelte avrebbero potute essere tante, ma il tempo perso e le polemiche scatenatesi hanno un sapore fin troppo politico – confermato dalle parole di De Laurentiis di oggi – per non lasciare un po’ d’amarezza. Con la conclusione che l’effetto estetico possa essere anche peggiore di quello odierno. Chi vivrà vedrà.

Napolisoccer.NET è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.