Napoli-Genoa 1-1 (34′ Mertens, 45’+3 Lazovic): pareggio e prestazione opaca. Gli azzurri viaggiano al minimo

0
591

esultanza_gol_7.4.2019

Napoli-Genoa va in scena in un San Paolo semivuoto: scenario abbastanza significativo che si “allaccia” alla poca determinazione mostrata dagli azzurri mercoledì ad Empoli. Ancelotti getta nella mischia Karnezis e Ghoulam e ristabilisce il centrocampo titolare; Mertens ancora preferito a Insigne che non può essere al massimo dopo il doppio stop muscolare. Panchina corta per il mister che, oltre ai due portieri, può contare su soli sei uomini di movimento.
Prandelli risponde con Gunter e Criscito ai lati di Biraschi in difesa per far fronte alle squalifiche di Romero e Zukanovic. Offensivi gli esterni di centrocampo Pereira e Lazovic.
Si stempera negli applausi il partecipato minuto di silenzio in memoria delle vittime del terremoto de L’Aquila di cui ricorre in questi giorni il decennale. Di seguito la cronaca del match.


Il Napoli parte fortissimo. Al 1′ Napoli già due volte al tiro: contropiede orchestrato da Mertens che cambia per Fabiàn, che si vede respingere il tiro da un difensore. La palla torna tra i piedi dello spagnolo che serve Mertens in corsa: il belga si allunga troppo il tiro e non riesce a concludere da buona posizione. Sul rinvio, al 2′, Milik scatta in profondità sul servizio di un compagno e centra la parte alta della traversa con un bellissimo destro dal limite dell’area di rigore. Al 6′ fantastico cambio di gioco di Allan per Callejon oltre la linea di difesa rossoblu: il cross dell’esterno viene deviato in angolo con due azzurri pronti a battere a rete. All’8′ clamorosa occasione per il Genoa su un retropassaggio sbagliato di Fabiàn: Kouamé serve Pandev che da posizione defilata non riesce a superare Karnezis. A 9′ Mertens supera in dribbling Gunter ma si allunga di nuovo la palla che finisce sul fondo.

Al 12′ Koulibaly perde palla in disimpegno e il Genoa va al tiro dalla distanza: Sturaro manda la palla ampiamente a lato. Al 13′ rossoblu in percussione nella trequarti azzurra, il tiro di Pandev dal limite si spegne sul fondo di centimetri alla destra del palo della porta di Karnezis. Il Napoli si riaffaccia pericolosamente solo al 18′: Koulibaly salta un avversario e cambia gioco per Callejon, che di esterno mette al centro una palla tesa: Milik non ci arriva di un soffio. Al 19′ il Genoa spreca su un altro errore, è Hysaj che scivola al momento del rinvio, ma i rossoblu non arrivano nemmeno al tiro. Al 20′ ancora Pandev pericoloso con una girata che arriva al termine di una buona combinazione del Genoa: Karnezis devia in tuffo in angolo. Al 22′ il Napoli risponde alla fase favorevole al Genoa: Fabiàn serve in profondità Mertens che si porta il pallone in area e tira incrociando rasoterra da sinistra a destra, facile per Radu.

Al 24′ giallo per Allan che ferma col fallo un contropiede genoano partito su un tentativo di doppio dribbling di Fabiàn nella trequarti avversaria. Al 27′ ammonito Sturaro per un fallaccio da dietro su Allan, ai limiti del rosso. L’arbitro viene chiamato al VAR e modifica in espulsione la sua decisione: Genoa in 10 dal 28′ per l’espulsione di Sturaro, che ritarda volontariamente l’uscita dal campo. Il gioco riprende al 30′.

Al 32′ altro contropiede del Genoa che approfitta di una scivolata di Callejon. I rossoblu concludono dalla distanza con Kouamé, trovando Karnezis pronto alla deviazione in angolo. Dal corner colpo di testa pericoloso che si spegne sul fondo. Al 34′ arriva il vantaggio azzurro: è Dries Mertens con un destro a giro chirurgico dal limite dell’area che trova impreparato Radu nell’angolino in basso alla sua sinistra: 1-0.

Al 37′ Pandev dribbla pericolosamente due difensori azzurri in area ma viene fermato in angolo dal terzo. Ancora un colpo di testa molto pericoloso di Gunter salvato miracolosamente da Karnezis ancora in corner, dall’altro lato. Al 40′ Kouamé guadagna una punizione dal limite su sgambetto di Allan: il Napoli soffre nonostante la superiorità numerica. La punizione viene deviata sulla barriera, ma trova … che dai 30 metri trova ancora attento Karnezis alla deviazione in angolo. Prima del corner resta a terra Maksimovic, che esce scortato dai sanitari con le mani in testa. Sugli sviluppi dell’angolo nulla di pericoloso.

Al 45′ cross pericoloso di Ghoulam che trova Milik che colpisce di testa in tuffo: la conclusione è debole e centrale, tra le braccia di Radu. Vengono concessi 5′ di recupero. Al 47′ Callejon si vede deviare da Radu in angolo un tiro a botta sicura dall’interno dell’area su assist di Mertens. Al 49′ arriva il pareggio del Genoa, una splendida azione Pandev-Kouamé-Pandev-Lazovic, con la difesa azzurra aggirata. Il tiro al volo del serbo finisce alle spalle di Karnezis: 1-1.


A inizio ripresa Prandelli sistema la squadra con un 4-4-1 con Pandev al centro e Kouamé e Lazovic esterni sulla linea di centrocampo. Al 49′ prima doppia occasione azzurra: Milik si vede respingere, forse di braccio, un tiro dal limite. Sulla ribattuta Mertens s’incunea in area ma viene anticipato in modo rude ma corretto. Al 52′ un cross di Callejon trova Zielinski in anticipo, ma il tiro a volo di destro finisce in curva. Al 55′ il Napoli è stabilmente nella metà campo avversaria a cercare l’aggiramento, ma dopo minuti di possesso arriva solo un angolo malamente sprecato.

Al 57′ altra occasione importante per Milik che conclude proprio tra le braccia di Radu da posizione favorevolissima. Un minuto dopo altra palla goal sprecata con Zielinski che invece di tirare cerca di mettere un compagno davanti alla porta, sbagliano il passaggio. Al 59′ ancora Zielinski manca di poco il pallone su traversone pericoloso dalla destra. Al 60′ punizione calciata da Milik, ancora facile per Radu.

Al 61′ primo cambio nel Genoa: fuori Pandev e dentro Rolon, con Kouamé che torna a fare la punta. Al 67′ ammonito Hysaj per un fallo da dietro su Lazovic, dopo ottima sponda di Kouamé. Subito dopo, fuori Allan e dentro Insigne, con Zielinski che va al centro accanto a Fabiàn. Sulla punizione Bessa calcia ampiamente fuori.

Al 70′ arriva un angolo da una buona transizione veloce, sviluppi ancora una volta poco produttivi: il Napoli si ritrova davanti un muro di maglie rossoblu e non riesce ad alzare i ritmi. Al 74′ palla dentro di Insigne per Milik che manca di poco l’aggancio. Al 76′ Milik colpisce di testa su cross dalla destra, palla debole e a lato. Subito dopo due cambi: nel Genoa fuori Veloso e dentro Radovanovic, nel Napoli fuori Ghoulam e dentro Mario Rui.

Al 79′, su sviluppi da angolo, sinistro incrociato di Criscito che sibila di poco a lato del palo destro della porta di Karnezis. All’80’ splendida palla filtrante di Callejon per Hysaj, il terzino mette al centro superando difensore e portiere, ma non c’è nessuno per il tap-in vincente. All’82’ ultimo cambio nel Genoa, fuori Bessa dentro Pezzella.

All’85 Koulibaly ruba palla a Kouamé e si invola in area, scarica il sinistro potente ma Radu devia col piede. All’86’ occasione incredibile: un destro di Insigne deviato di testa da un difensore genoano viene neutralizzato in volo da Radu, apparso in controtempo rispetto alla deviazione. A 3′ dalla fine Ancelotti toglie Hysaj e mette Ounas, mossa della disperazione alla ricerca della vittoria. Al 90′ vengono concessi 3′ di recupero, nei quali si annotano un tiro centrale di Ounas ed uno alto di Insigne.

Il Napoli esce con un pareggio che sa di sconfitta, in ragione della superiorità numerica per tre quarti della gara, e per l’assedio privo di frutti portato alla difesa genoana nel secondo tempo. Una prova opaca che non lascia ottimisti in vista della doppia sfida contro l’Arsenal, anche se la speranza è quella che gli azzurri abbiano un po’ cercato il sottoritmo e la surplace per arrivare all’Emirates con le pile cariche al massimo.

Il campionato, che non è e non può essere un obiettivo, visto che il primo e il quinto posto sono enormemente distanti, sta però facendo emergere perplessità che fino a qualche tempo fa sembravano impossibili da addebitare agli uomini di Ancelotti.

Napolisoccer.NET è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.