La “Bastonata” di NapoliSoccer.NET. Fabbri, l’internazionale che fa nefandezze nonostante il VAR

0
504

bastonata

Fabbri, l’internazionale che non sa valutare neanche delle immagini televisive e commette un clamoroso errore pro-Juve. Mondo arbitrale italiano alla frutta

L’arbitraggio in Juventus-Milan di Michael Fabbri, promosso ad internazionale dallo scorso mese di gennaio, è l’esatta immagine di quello che è diventato il mondo arbitrale italiano attualmente. Arbitri alla mercé dei poteri forti del nostro campionato ma soprattutto arbitri che anche quando dovrebbero limitarsi a valutare delle semplici immagini televisive attraverso l’ausilio del VAR, si dimostrano assolutamente incapaci e inadeguati nel farlo. 

Con il VAR gli arbitri italiani non hanno più alcun tipo di alibi cui appellarsi. Il VAR con l’ausilio delle immagini televisive dovrebbe essere di supporto alle decisioni degli arbitri ma in alcuni casi la pochezza dei nostri arbitri è talmente tanta che neanche il ricorso allo strumento televisivo li preserva dal compiere delle autentiche figuracce come quella fatta da Fabbri in Juve-Milan. 

Non bisognava inventarsi nulla nel rivedere il braccio molto largo di Alex Sandro sul cross di Calhanoglu anche perchè il concetto di involontarietà è stato ormai superato da tempo. La cosa determinante che avrebbe dovuto ispirare e non annebbiare la mente di Fabbri è che quel braccio di Alex Sandro impedisce al pallone di arrivare a destinazione. Era assolutamente rigore e in questo modo Fabbri, non assegnandolo, falsa tutta la partita ovviamente pro-Juve. La cosa più sconcertante è che nella medesima giornata di campionato, il giorno dopo Juve-Milan, un fallo di mani assolutamente identico di Locatelli del Sassuolo su cross di Patric della Lazio viene giudicato, giustamente da rigore, dall’arbitro Abisso di Palermo, evidenziando ancora di più il madornale errore di Fabbri del giorno prima nonostante il VAR. 

Il VAR è un ottimo strumento di ausilio per la terna arbitrale in campo ma bisogna mettersi d’accordo su alcuni punti: innanzitutto deve essere usato sempre o comunque in tutti i casi di “chiaro ed evidente errore”, come prevede il Protocollo. E, sicuramente, senza il timore di arrecare danno alle squadre di maggior blasone politico sportivo, altrimenti è meglio lasciare perdere perchè un VAR a due velocità non fa bene a nessuno e porta solo ad ulteriori polemiche di cui non se ne sente il bisogno.

Una delle possibili soluzioni sarebbe quella di creare una squadra di specialisti del VAR così da svincolarne l’utilizzo dagli arbitri diversamente da quanto avviene oggi. O si fa così oppure la troppa discrezionalità lasciata agli arbitri genererà ancora troppa confusione e finirà per svilire questo strumento pensato per risolvere ma usato per peggiorare come dimostra la realtà dei fatti del campionato in corso. 

 

Napolisoccer.NET è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.