Juve Stabia-Virtus Francavilla 1-2: cade l’imbattibilità interna delle Vespe ma ha inizio la grande festa!

0
784

E’ qui la festa!!! Al “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia per una volta l’aspetto tecnico va in secondo piano e prevale la grande festa per la cavalcata trionfale della magica Juve Stabia che in questa stagione ha macinato record su record nel campionato di Serie C Girone C, stradominando il torneo e meritando in modo netto la promozione in Serie B. Juve Stabia-Virtus Francavilla diventa quindi una sorta di passerella per gli uomini di mister Fabio Caserta, autori di una strepitosa stagione, e oggi il tecnico delle Vespe potrebbe dare spazio alle seconde linee e agli uomini che sono stati meno utilizzati nel corso del campionato. Nel Francavilla infortunati Pastore e Corrado, squalificato Folorunsho e fuori per scelta tecnica Vrdoljak.

Di seguito le formazioni ufficiali con cui le due squadre scenderanno in campo: 

JUVE STABIA (4-3-3): Venditti 6 (Esposito dal 44° s.t. S.V.); Schiavi 6, Dumancic 5,5 (Mezavilla dal 1° s.t. 6,5), Troest 6, Germoni 6 (Ferrazzo dal 38° s.t. S.V.); Lionetti 6, Vicente 6,5 (Elia dal 18° s.t. 6,5), Viola 6,5 (Castellano dal 1° s.t. 6); Di Roberto 6, Torromino 6, Sinani 6

Allenatore: sig. Fabio Caserta

VIRTUS FRANCAVILLA (4-3-3): Saloni 6; Pino 6,5, Cason 6, Tiritiello 6 (Monaco dal 38° s.t. S.V.), Caporale 6; Mastropietro 6, Tchetchoua 6 (Miccoli dal 44° s.t. S.V.), Nunzella 5,5; Zenuni 6, Puntoriere 7 (Cavaliere dal 28° s.t. 6), Sarao 6,5 (Albertini dal 38° s.t. S.V.)

Allenatore: sig. Bruno Trocini

Molti i cambi sull’uno e sull’altro fronte come era facilmente prevedibile. Un sorta di passerella nella quale mister Fabio Caserta fa anche alcuni esperimenti come quello di Torromino impiegato da punta centrale, con Sinani a sinistra e Di Roberto a destra. 

Al 7° la prima occasionissima del match: bella discesa di Lionetti a destra e cross al centro per l’accorrente Germoni che sfiora il gol con un gran sinistro dal limite dell’area. 

Al 14° però la gara, abbastanza soporifera fino a quel momento, viene sbloccata dalla Virtus Francavilla: parte in contropiede Puntoriere che vince un contrasto con Troest e di esterno destro batte Venditti. 

Al 16° raddoppio della Virtus con il difensore Pino che risolve una mischia in area di rigore battendo ancora una volta Venditti. Tre minuti dopo al 19° la Juve Stabia accorcia su rigore per fallo fischiato dal sig. Moriconi per fallo di mani di Caporale. Sul dischetto va Viola che spiazza nettamente Saloni. 

Gara che scorre via senza grossi sussulti ma con il Francavilla che in qualche occasione si rende pericoloso anche complice qualche svarione difensivo di Dumancic dovuto anche al fatto di non aver quasi mai giocato titolare se non a Rieti nel girone di andata. 

Primo tempo che si chiude sul vantaggio del Francavilla per 1-2. Juve Stabia che risente molto dei tanti cambi di formazione in una sorta di passerella che mister Caserta ha voluto giustamente dedicare ai giocatori che erano stati impiegati pochissimo durante la prima parte del campionato. 

Al 1° della ripresa bel tiro di Torromino appena entrato in area di rigore e gran parata di Saloni che mette in angolo. La Juve Stabia preme alla ricerca del pareggio ma la Virtus tiene bene e quando può riparte bene in contropiede. Al 18° Caserta fa entrare Elia al posto di Vicente e passa al 4-2-4 tentando il tutto per tutto alla ricerca del pareggio per conservare l’imbattibilità interna. Al 19° gran tiro di Torromino su punizione dalla sinistra e palla che passa vicino al palo di destra di Saloni. 

Al 27° ammonito Lionetti per una brutta entrata a centrocampo su Tchetchoua. Al 32° Cavaliere manca clamorosamente il terzo gol per il Francavilla: ben lanciato in contropiede mette la palla fuori pur essendo tutto solo davanti a Venditti. 

Finisce 1-2: la Juve Stabia perde l’imbattibilità interna che durava dalla gara col Cosenza di marzo dello scorso anno. Ma è una sconfitta che non rovina la festa per una cavalcata trionfale che questi magnifici ragazzi hanno realizzato in un campionato vinto alla grandissima e macinando tutta una serie di record. La festa può iniziare dopo un campionato vinto con due giornate d’anticipo, con la Coppa di Lega Pro alzata al cielo da capitan Alessandro Mastalli. 

 

 

 

 

 

Napolisoccer.NET è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.