Il Napoli vince contro la Spal grazie ai gol di Allan e Mario Rui. Meret sugli scudi

0
675

Meret 2018

Il commento di Spal-Napoli: Con i gol di Allan e Mario Rui il Napoli vince contro una buona Spal.

Il Napoli si aggiudica la sfida contro la Spal grazie ai gol di Allan e Mario Rui, per la Spal in gol Petagna che, su rigore, aveva ristabilito il pareggio. Ottimo Meret che si esalta con grandi interventi, pochi minuti anche per il giovane Gaetano.

Parte benissimo il Napoli dimostrando di volef aggredire subito partita e avversario. Già al 6° minuto gli azzurri si rendono pericolosi con Milik che prima, con una conclusione dall’interno dell’area, colpisce il palo e, sulla ribattuta, conclude nuovamente a rete con Viviano che bega il gol deviando in calcio d’angolo la conclusione del centravanti polacco.

Gli azzurri sono ben messi in campo e la Spal soffre sia il palleggio dei partenopei che il pressing, limitandosi ad azioni di alleggerimento nel tentativo di sfruttare qualche spazio con rapidi ripartenze. Proprio in una di queste azioni, al 10°, Petagna – servito in area – viene contrastato da Koulibaly che in scivolata mette in corner. I ferraresi recriminano ma l’arbitro, dopo il silent check al VAR, indica la ripresa del gioco da fondo campo. Dalle immagini qualche dubbio resta.

La Spal, pur subendo il possesso palla del Napoli, ci mette impegno e dedizione ed a poco a poco riesce ad allentare il forcing dei partenopei. Eppure è sempre il Napoli a rendersi è pericoloso, anche grazie alla verve di Younes che con i suoi dribbling mette in difficoltà gli avversari, pur senza risultare decisivo.

Al 18° è ancora il Napoli ad impensierire Viviano: su calcio d’angolo, dopo una spizzata di Fabian Ruiz, Milik prova ad avventarsi sul pallone ma l’intervento provvidenziale di Bonifazi disinnesca la pericolosità dell’azione deviando nuovamente in calcio d’angolo.

La partita continua a fasi alterne ma è sempre il Napoli a rendersi più pericoloso fino al 30° circa, momento in cui gli azzurri, rallentando la propria azione, consentono alla Spal di giocare con maggior tranquillità. E’ comunque Younes al 32° a rendersi pericoloso con un bellissimo inserimento dalla sinistra a convergere verso il centro, saltando difensori come birilli, ma poi la sua conclusione, in precario equilibrio, termina di poco a lato.

Al 41° tocca a Callejon sfiorare il gol dopo un’incursione veloce partendo dalla propria metà campo, anche stavolta l’imprecisione degli azzurri salva Viviano.

Dopo l’intervallo il ritorno in campo mostra gli azzurri ancora motivati e decisi a far loro la partita. Il forcing della squadra di mister Ancelotti è evidente e dopo pochi minuti frutta il gol del vantaggio. A siglarlo, al 49° è Allan, alla sua prima marcatura in questo campionato. Il centrocampista partenopeo appena entrato in area prova a centrare la porta avversaria ma il suo tiro viene deviato, la sfera finisce a Younes che, convergendo, serve nuovamente il brasiliano che questa volta, di giustezza, con un bel tiro a giro, fulmina l’incolpevole Viviano, che immobile, nulla può per evitare la rete.

allan_29.4.2019

Il vantaggio azzurro accende la partita e non basta la pioggia per diminuire l’intensità che ci mettono i calciatori di mister Semplici per raggiungere il pareggio. Il Napoli controlla senza soffrire ma non ha più il possesso della manovra come fino a quel momento. E, dove non arrivano i difensori azzurri ci pensa l’ex Meret a metterci i guantoni.

Il giovane portiere partenopeo inizia al 63° il suo personale show – tanto da guadagnarsi il simpatico rimbrotto del suo ex allenatore Semplici, che gli rimprovera i tanti risolutivi interventi a fine partita – parando un bel colpo di testa di Floccari ben servito da Murgia. 

Al 74° è ancora protagonista Meret che salva il Napoli. Fabian Ruiz perde banalmente la palla a centrocampo, la palla perviene a Petagna che scaraventa verso la porta azzurra, Meret si supera e devia. All’80° circa una nuova paratona di Meret che blocca un ottimo colpo di testa di Floccari servito da Petagna.

Per la Spal sembra impossibile superare il suo ex portiere ma la ghiotta occasione arriva al 83° su calcio di rigore, assegnato dall’arbitro per fallo di Luperto su Floccari. Questa volta, pur intuendo la traiettoria e toccando i pallone, Meret deve raccogliere la palla nella rete. Gol di Petagna e pareggio: 1-1, si ricomincia.


Il Napoli non ci sta a pareggiare e si riporta sotto con convinzione. Il possesso palla è quasi tutto a favore dei partenopei e la Spal sembra sorpresa dalla volontà dei ragazzi di Ancelotti. Ed all’87° il Napoli raggiunge nuovamente il vantaggio. E’ Mario Rui a battere nuovamente Viviano con una saetta da dentro l’area dopo un rapido scambio con Callejon.

Il gol non demotiva la Spal, anzi i ferraresi sembrano assumere nuove energie e si buttano in attacco per riportarsi in pari. Ma Meret risale in cattedra e rimpalla tutte le occasioni degli avversari, prima con un intervento risolutivo, al 92°, su Jankovic e, poi, al 93° su Floccari.

Con gli interventi decisivi di Meret si chiude la partita, il Napoli guadagna ulteriori tre punti che lo avvicinano a quota 80. Oggi per gli azzurri colpito il palo numero 26 della stagione, le statistiche dicono che la squadra di Ancelotti ha ottenuto il 61% di possesso palla, ha tirato in porta 25 volte ed operato 566 passaggi con l’88% di precisione.

Da segnalare l’ingresso in campo del giovane azzurro Gianluca Gaetano che esordisce nella massima serie al posto di Callejon.

LEGGI le nostre rubriche post gara: PAGELLE e QUADRI

GUARDA la FOTOGALLERY di SPAL-Napoli della SSC Napoli

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina.

Napolisoccer.NET è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.