Ancelotti alla stampa: “Oggi un segnale del Napoli del prossimo anno”

0
765
ancelotti-conferenza2-28.11.2018.jpg

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, ha risposto alle domande dei giornalisti nell’ultima conferenza stampa dell’anno al San Paolo dopo la vittoria per 4-1 contro l’Inter. Queste le sue parole raccolte dal nostro inviato al San Paolo per i lettori di NapoliSoccer.NET.

“La prestazione di stasera è un segnale di quello che potrebbe essere il Napoli del prossimo anno sotto i profili di intensità e pressing nella metà campo avversaria. Intendiamo lavorarci con precisione nella prossima stagione. Dobbiamo mettere continuità, ma i segnali dati dai giocatori a centrocampo fanno ben sperare per la prossima stagione.

Ci interessa chiudere bene la stagione, come stiamo facendo. Abbiamo inanellato vittorie consecutive dopo l’Atalanta e sistemato il secondo posto. Quando non hai niente da giocarti le motivazioni si trovano solo nella serietà e professionalità dei giocatori, si stanno dimostrando tali.

Sia Zielinski che Fabiàn possono giocare esterni con Allan vicino, dipende dalla pressione che c’è sui nostri. Se ce n’è di più meglio Zielinski, altrimenti meglio Fabian, ma sono entrambi molto efficaci in quella posizione.

Parlare di ruoli da migliorare non mi piace, oggi i terzini hanno fatto bene. Stiamo lavorando per migliorare la squadra, chi arriverà…arriverà. È una questione personale da sviluppare con presidente e direttore sportivo.

Si sta profilando un valzer, un tourbillon di panchine, fortunatamente dentro non ci sono io, ne voglio star fuori. Preferisco viverla da spettatore e non da diretto interessato.

Non mi scoccia non avere alcuni ragazzi all’inizio del ritiro, è il calendario. Ci sono competizioni internazionali ma tutti avranno circa un mese di riposo, il campionato inizia il 24 agosto e ci sarà il tempo di preparare la squadra.

Non so se ho fatto un favore al Milan, sono contento che abbia vinto, resta la mia seconda squadra.

Si possono fare considerazioni sulla pressione, ma abbiamo perso sicurezza in quello che stavamo facendo, e motivazioni per il distacco molto ampio. Abbiamo avuto problemi col mercato di gennaio e con l’infortunio di Albiol che riesce a gestire il reparto difensivo in modo ottimale anche senza la forma migliore. Stiamo ritrovando qualità ed è il segnale che mi dà fiducia per il prossimo anno.

I giocatori intelligenti possono giocare ovunque, sopratutto tatticamente. A Callejon non si può insegnare nulla, e credo che il suo ruolo sia proprio quello. Ha fatto un ottimo assist per Mertens e lavorato tanto come sempre“.

Napolisoccer.NET è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie CLICCA QUI



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.