Karnezis: “La testa è fondamentale per i portieri. Sogno di vincere il campionato in azzurro”

0
933
Karnezis-2018-2.jpg

Orestis Karnezis, portiere del Napoli che compie oggi 34 anni, è stato intervistato su Radio Kiss Kiss Napoli in un momento di pausa del ritiro di Dimaro. Queste le sue parole sintetizzate dalla redazione di NapoliSoccer.NET per i propri lettori. 

“Ringrazio prima di tutto i tifosi per gli auguri. Quando c’è gente che ti apprezza e ti ama, soprattutto in momenti di difficoltà, che ti spinge a far di più, è sempre molto bello per un calciatore sentirsi importante e rimane sempre in testa. La testa è fondamentale per un portiere, è la cosa più importante, bisogna restare sempre tranquilli, sereni, per prendere decisioni fondamentali per gli altri. Ma è proprio questo che ci fa crescere. 

Con la  regola che cambia da quest’anno (difensori anche in area al momento del rinvio, ndr) proveremo a giocare il più possibile da dietro, cercheremo di farlo perché abbiamo giocatori di grandissima qualità. Non si può far sempre, ma lo proveremo.

Quando il San Paolo è pieno ti trasmette una carica particolare. Tutta la gente sa che il San Paolo pieno è un’altra storia. Per noi giocare nello stadio pieno ti dà qualcosa in più. Anche gli avversari sentono la pressione del nostro pubblico. Facemmo una grande partita con l’Inter, sicuramente abbiamo giocatori fortissimi. Anche in attacco, abbiamo altissima qualità e giocatori di altissimo livello.

La società sa cosa deve fare e farà il meglio per aiutare la squadra in tutti i sensi. Il mercato comunque non ci tocca, questa è una cosa che riguarda solo la società. Chiunque arriverà sarà un piacere per noi e lo accoglieremo volentieri. Il sogno per quest’anno è vincere qualcosa qua con il Napoli, vincere un trofeo sarebbe top! Ho capito da subito come si vive il calcio in questa città. Tutti quelli che giocano qui meriterebbero di vivere questo sogno. Champions o scudetto? Campionato!

Di Napoli mi piace la passione simile a quella greca con cui vivono per il calcio e per lo stadio, con bambini di tutte le età per strada che ti apprezzano così tanto. Qui ho legato con tutti, è una buona compagnia, questo è un gruppo fantastico, mai visto uno spogliatoio così. Non ci sono persone brutte o cattive, c’è rispetto da parte di tutti”.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.