Lozano si presenta: “Sono in un club che vuole vincere. Spero di crescere e aiutare la squadra a farlo”

0
533

È cominciata con quasi mezz’ora di ritardo la conferenza stampa di presentazione di Hirving Lozano. Queste le sue parole proposte ai lettori di NapoliSoccer.NET dalla nostra redazione.

“Sono molto contento di essere arrivato in questo club. Sono contentissimo di giocare con grandi giocatori, e con un allenatore di tale esperienza.
Sono contento di essere stato la prima opzione del mister, e di essere qui con questa grande squadra. Fin dal primo momento che il Napoli si è interessato a me è stata la mia prima scelta. Sono dovute succedere tante cose ma grazie a Dio la trattativa si è concretizzata. Sto lavorando per iniziare un buon campionato.

Ho visto molte partite della Serie A, qui a Napoli sono passati grandi giocatori. La mia priorità è essere al 100% per la squadra e per lo stadio, e dimostrare di essere a livello della squadra. La città l’ho visitata un poco, è molto bella, e la gente è lo stesso, è fantastica. La Juventus è una grande squadra, la squadra da battere, e lavoreremo per questo. 

Credo che tutto quello che c’è a Napoli abbia costituito dei motivi per venire a Napoli: la squadra, l’allenatore, i tifosi. Il club lotta tutti gli anni per vincere il campionato. Io sono felice di essere qui e voglio lavorare qui. Credo che il campionato si valuta passo passo, partita dopo partita. Dovremo lavorare duro, in squadra ci sono grandissimi giocatori e dovremo fare sempre meglio. 

Il Napoli ha avuto giocatori importanti anche in passato, rappresentano delle leggende. Ho tanto da imparare e questa esperienza mi serve per continuare a imparare e a crescere. Col mister ho parlato solo di cose personali e famigliari. 

Sono molto felice di essere il primo messicano al Napoli. Questo club vuole giocare e vincere, lo ha dimostrato nelle partite del recente passato. Lavorerò con molta voglia e speranza in una grande squadra. Nel gruppo sono tutte ottime persone, mi hanno accolto molto bene. Devo solo lavorare e imparare tanto da loro.

Il gioco in Serie A è molto diverso, più rapido e più duro. Bisogna lavorare per adattarsi, serviranno i consigli del mister. Sono qui per raccogliere i suoi consigli e migliorarmi. Hugo Sanchez? È un grandissimo, ha fatto tante cose importanti. Sarei felicissimo di raggiungere qualcuno dei suoi record ma questo si fa con la disciplina e col lavoro. 

Tanti giocatori vorrebbero giocare contro la Juventus, io mi sento molto bene, sto fisicamente bene. Se giocherò è una decisione dell’allenatore ma io sarò disponibile per la squadra e per l’allenatore.

Personalmente mi piace giocare in tutte le posizioni, ci ho giocato già al PSV. Starò a disposizione del mister anche per quella che sceglierà lui, sarà lui a capire dove può sfruttarmi al meglio. Chiaramente i movimenti degli attaccanti azzurri possono consentirmi di dare il meglio, ma sono movimenti che si provano in settimana, giorno dopo giorno, e io sono all’inizio di questo lavoro con la squadra. Spero di poter dare tanto alla squadra.

Il numero 11 mi piace tanto, l’ho scelto quando sono arrivato in Europa l’ho scelto e mi ha portato fortuna. Fortunatamente me lo hanno concesso anche qui.

El Chucky? Vivevo nel Pachuca e siccome ero un bambino monello i miei amici mi hanno messo questo soprannome. La mia famiglia è importante per me. Abbiamo sempre camminato insieme ed ora è bellissimo essere qui. Condividere con tutti loro questa esperienza sarà fantastico.

Spero di dare sempre il 100% per questa maglia e di entrare nella storia del club. Di Napoli mi è piaciuto da subito il cibo, le persone e il panorama, che è fantastico. In Eredivisie ho imparato moltissimo, spero di mettere la mia piccola esperienza al servizio della squadra”. 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.