Napoli-Liverpool 2-0. Le pagelle di NapoliSoccer.NET: Esordio con il botto contro i campioni d’Europa.

0
1337

LEPAGELLE.jpgMeret: 7,5 – Una sola sbavatura in una gara perfetta. Non sempre sicurissimo con i piedi ma il ragazzo, finché riuscirà a rimanere così concentrato non dovrà temere nulla.

Di Lorenzo: 6,5 – Sbaglia pochissimo e aiuta tanto nella transizione della palla. Buone le chiusure tranne in una occasione quando non riesce a tenere la posizione favorendo Mané

Manolas: 6,5 – Due errori e una deviazione di testa raggelante, ma anche tanti interventi con ottima scelta di tempo. Che coppia con Koulibaly

Koulibaly: 7,5 – In una sola occasione Salah lo mette in seria difficoltà. Una vera e propria diga nella difesa azzurra contro l’attacco dei campioni d’Europa.

Mario Rui: 7,5 – Mai stato tenero con Mario Rui. Stasera è d’obbligo togliersi il cappello. Prestazione superlativa, tra i migliori in campo. Limita tantissimo Salah nonostante l’egiziano riceva una quantità incredibile di palloni giocabili e riesce a rimanere sempre concentrato sulla posizione in campo.

Callejon: 7 – The Brain, il cervello. Buona prestazione e quel rigore cercato e trovato. Anche stasera va spesso a fare il centrocampista aggiunto quando sale Di Lorenzo aumentando la densità in mezzo al campo

Allan: 6,5 – Parte sottotono. Sembra volersi attenere a un compitino che sta stretto ad Ancelotti che lo richiama in più di una occasione per chiedergli di più. Con il passare dei minuti si rinfranca e il suo rendimanto sale. Si rivede il giocatore che avevamo ammirato prima del mercato di gennaio dello scorso anno. Esce per crampi dopo 75 minuti di grande dinamismo. Dal 76′ Elmas: 6 – Entra e il Napoli passa in vantaggio. Aiuta a sostenere il centrocampo durante la furiosa reazione dei reds

Fabian: 6 – Non è velocissimo soprattutto nelle azioni in cui deve girarsi rapidamente e per questo soffre molto il dinamismo dei centrocampisti inglesi. Si fa vedere in due occasioni con tiri che mettono in difficoltà il portiere del Liverpool. Era parso in calo nella prima mezz’ora della ripresa, chiude invece in crescendo.

Insigne: 6 – Buona prestazione, aiuta molto in copertura perdendo forse qualcosa in lucidità in fase d’attacco. In una occasione perde palla e finisce per favorire Mané che non sfrutta l’occasione. Dal 66′  Zielinski: 6 – Entra per dare maggiore lucidità anche a scapito di un po’ di imprevedibilità. La sua freschezza non è accompagnata da analogo risultato

Lozano: 6 – Meno pericoloso che contro la Sampdoria. In una partità così vibrante e con così tanti capovolgimenti di fronte, sarebbe servito un atteggiamento diverso, in alcune occasioni, magari più verticalità. Dal 68′ Llorente: 6,5 – Entra per cambiare l’impostazione, dare peso all’attacco e aiutare Mertens, che appariva molto stanco, a far salire la squadra alleggerendo i compiti del folletto belga. Lo fa egregiamente aiutando con l’esperienza, i chili e i muscoli a difendere la porta azzurra dopo il vantaggio e a mettere in apprensione i centrali inglesi. In pieno recupero fa scoppiare l’urlo liberatorio del San Paolo.

Mertens: 7,5 – Il rigore (che Adrian intuisce) tirato di potenza è il simbolo della sua partita. Quando proprio sembrava non farcela più, con l’ingresso di Llorente sembra trovare nuove energie e riprende a macinare passaggi per i compagni e occasioni di tiro. Maradona è lì, a soli 2 goal di distacco. Poi c’è Hamsik a quota 121. Il folletto belga stasera ha realizzato il suo 113esimo goal in azzurro. E non vuole fermarsi. A buon intenditor…

Domenico Infante



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.