Lecce-Napoli 1-4. Le pagelle di Napolisoccer.NET: Squadra che vince… si cambia

1
1383

LEPAGELLE.jpgLe pagelle di Lecce-Napoli a cura di Napolisoccer.NET: Ancelotti stravolge il vecchio detto che la “squadra che vince non si cambia” e mette in campo 8 giocatori diversi rispetto al lineup con il Liverpool.

Di quella gara ci sono infatti solo 3 titolari, Koulibaly, Fabian Ruiz e Insigne. Stravolge anche l’assetto tattico mettendo una squadra totalmente diversa anche nel modulo a dimostrazione che quella azzurra ha una rosa varia che permette di giocare in mille modi diversi.

Di seguito le PAGELLE degli azzurri:

Ospina: 6 – Un pazzo scatenato. Sul lo 0-3 è protagonista di una parata eccellente, in una delle poche occasioni che gli azzurri lasciano ai giocatori del Lecce, poi sulla respinta va a prendere l’avversario e lo travolge. In seguito riacquista la calma e riprende a fare bene.

Malcuit: 6,5 – Comincia “svagato”, poi comincia a macinare metri e si fa trovare sempre pronto alla discesa sulla destra giocando, quando il Napoli attacca, quasi sulla trequarti avversaria. Si rende protagonista di un prolungato dribbling da applausi su Calderoni, nel finale.

Maksimovic: 6 – Ancelotti imposta la partita con i due centrali bloccati. Il Serbo commette due errori, uno nei primi minuti della gara e uno al 72′. Gli attaccanti del Lecce non danno quasi mai l’impressione di poter impensierire lui e Koulibaly

Koulibaly: 6,5 – Difficile dare un voto maggiore o minore. Gli attaccanti pugliesi non riescono mai a metterlo in difficoltà

Ghoulam: 6,5 – Prestazione incoraggiante. Non priva di errori, sia chiaro, però si fa vedere spesso in attacco (vale per lui la stessa considerazione fatta per Malcuit) e quando serve torna a coprire in maniera diligente. Chiude in posizione di centrocampista esterno, con Luperto dietro di lui. Ma con l’ingresso del giovane difensore azzurro, che rileva Llorente, cambia tutto l’equilibrio di gioco

Fabian: 6 – Comincia nel ruolo di Callejon e ovviamente è tutto diverso. Non ha il passo e non ha i movimenti del 7 azzurro. Però si muove bene nel disegno tattico voluto da Ancelotti e spegne le speranze leccesi con un tiro bellissimo. Ammonizione seguente alla sua esultanza, che ci è sembrata esagerata

Elmas: 6- – Meno brillante che nelle altre uscite. Ancelotti lo mette (con Fabian) a lato del playmaker Zielinski. L’ammonizione finisce per limitarlo moltissimo. Dal 74′ Callejon: SV

Zielinski: 6,5 – Non sempre preciso in avvio di gara. Come tutta la squadra sembra accusare più del lecito il rigore del Lecce. Il Napoli con i cambi operati da Ancelotti sembra però riconquistare il centrocampo e la brillantezza della manovra e in questo il polacco ha dato un contributo rilevante.

Insigne: 6 – Troppi errori. Anche alcuni marchiani, ne sporcano una prestazione più che sufficiente. 

Milik: 6 – La condizione non è ottimale. Con Llorente accanto a lui è un Napoli completamente diverso da quello visto finora. Bisogna dargli il tempo di trovare la migliore condizione.

Llorente: 7 – Giocatore di una utilità incredibile. A parte i due goal, a parte l’innata capacità di rapina, a parte la capacità di far salire la squadra mettendoci il fisico, è anche un aiuto importante in fase di copertura. Oggi gli riesce veramente tutto e la prima doppietta personale in azzurro sono il giusto coronamento di una gara sempre sopra la sufficienza. Squadra che vince… non può fare a meno del suo contributo. Dall’86’ Luperto: SV.

Domenico Infante – NapoliSoccer.NET

Oltre alle pagelle, LEGGI anche il COMMENTO e I QUADRI di NapoliSoccer.NET

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie. Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.



1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.