Focus sul prossimo avversario di Champions: il KRC Genk.

0
697

FOCUS PROSSIMO AVVERSARIO CHAMPIONS – Il Napoli è pronto per la sfida con il KRC Genk, attuali campioni in carica in Belgio, valida per la 2^ giornata dei gironi di Champions League 2019/2020.

Il prossimo avversario dei partenopei non sta vivendo un momento esaltante e, dopo la pesante sconfitta, 6-2 il risultato finale, patita contro il Salisburgo nella prima giornata, la squadra belga proverà a rifarsi nella sfida casalinga di questa sera (alle 18.55). La gara si giocherà nello stadio “Luminus Arena” che, con una capienza di circa 24.000 posti, è uno dei più caldi del Belgio.

L’avversario non è di quelli che incutono timori eppure il Napoli, in una sfida assolutamente inedita in quanto le due squadre non si sono mai affrontate in un competizione europea, dovrà fare molta attenzione alla voglia di rivalsa dei belgi, che dopo tutto hanno un palmares di tutto rispetto, almeno nei confini nazionali.

FOCUS PROSSIMO AVVERSARIO: CENNI STORICI KFC GENK

Il club fiammingo, nato nel 1988 con la fusione di due squadre militanti nelle serie inferiori, il K.F.C. Winterslag ed il Waterschei Thor, nella propria bacheca, infatti, vanta 4 Campionati, 4 Coppe del Belgio e 2 SuperCoppe.

Attuale campione in carica in Belgio, il Genk è una squadra molto diversa da quella che ha vinto lo scorso campionato dopo la partenza di giocatori chiave tipo il centrocampista Malinovskyi, che già si è ben messo in mostra nell’Atalanta, ceduto per circa 13,7 milioni di euro ai bergamaschi, l’ala sinistra Trossard, ceduto al Brighton per circa 20 milioni di euro, il centrale di difesa Aidoo, ceduto al Celta Vigo per circa 8 milioni di euro.

Al loro posto sono arrivati giocatori giovani ed interessanti, come Bongonda, Odey, Nygren, Cuesta e Ianis Hagi (con un breve passato alla Fiorentina e figlio del noto ex calciatore romano Gheorghe Hagi), oppure calciatori esperti come il centrocampista Hrsovovsky e la punta Onuachu, ma che non sono ancora riusciti ad inserirsi nei meccanismi della squadra allenata da Felice Mazzù, arrivato quest’anno in sostituzione di Philippe Clement passato al Club Brugge, palesando notevoli difficoltà soprattutto di natura difensiva.

Il Genk, infatti, in questo inizio di stagione ha già subito 13 reti su nove gare di campionato (ma anche il Napoli non scherza con 10 gol in sei giornate di campionato) e la pesante sconfitta, per 6-2, ad opera del Salisburgo.

Attualmente il club belga è lontano dalla vetta della classifica della Jupiler League e, con 4 vittorie, 3 sconfitte ed 1 pareggio (non conteggiata la gara con il Sint-Truiden, sospesa sul 3-3 per disordini delle tifoserie), ha accumulato già un distacco di 7 punti dal Club Brugge capolista (anche se bisogna attendere le decisioni rispetto alla gara sospesa). 


FOCUS PROSSIMO AVVERSARIO: CENNI TATTICI KFC GENK

Il Genk normalmente si schiera in campo utilizzando il modulo 4-3-3, ma a questo alterna anche il 4-2-3-1 e il 4-4-2, in base alle scelte degli uomini a disposizione del tecnico.

Nella gara di stasera in porta sarà titolare il giovane Coucke, rientrato dal prestito al Lommel in serie B, in sostituzione dell’esperto Vukovic, attualmente infortunato. In difesa, sulle corsie laterali, dovrebbe essere schierati il danese Maele, 22enne terzino destro di prospettiva, ed il finlandese Uronen, terzino sinistro che vanta 46 presenze con la Nazionale finlandese. Al centro della difesa dovrebbero, invece, operare Lucumì, giovane colombiano con una presenza nella Nazionale, e l’esperto Dewaest, capitano della squadra, forte fisicamente e bravo nel colpo di testa. 

A centrocampo, come regista giocherà il 21enne nazionale norvegese Berge, da tutti considerato un giocatore dal sicuro avvenire, dotato di buona tecnica individuale rispetto alla notevole stazza fisica. Ai suoi lati agiranno il 22enne centrocampista belga Heynen, prodotto del vivaio del Genk e nel giro della Nazionale Under21, ed il giovane Paintsil, già con presenze nella Nazionale del Ghana.

In attacco spazio al trequartista Ianis Hagi figlio d’arte, tutta qualità, in ballottaggio con il ceco Hrsovovsky, esperto centrocampista arrivato dal Plzen, che, con Bongonda (non al meglio della condizione), daranno supporto allo spauracchio Samatta, titolare anche nella Nazionale della Tanzania, protagonista nella cavalcata scudetto della passata stagione con 23 gol in campionato, e costituiranno il trio che cercherà di mettere in difficoltà il Napoli.

FOCUS PROSSIMO AVVERSARIO: PROBABILE FORMAZIONE KFC GENK

GENK (4-3-3): Coucke; Maele, Lucumì, Dewaest, Uronen; Heynen, Berge, Hagi; Paintsil, Samatta, Bongonda. Allenatore: Mazzù

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie. Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.