Roma-Napoli 2-1. Le pagelle di NapoliSoccer.NET: azzurri allo sbando, il re è nudo

0
785
LEPAGELLE.jpg

Il re è nudo. Il Napoli è nudo. Senza idee e senza più la capacità di chiudere l’avversario. Il primo tiro azzurro con una qualche efficacia arriva dopo 28 minuti. La prima azione corale veramente pericolosa è la doppia occasione del 42′. Non importa il record di legni, nel calcio si vince segnando e il Napoli non sembra più capace di segnare un goal più degli avversari.

Meret: 7,5 – Non perché pari il rigore ma perché con i suoi interventi tiene viva una squadra morta, senza idee, dominata da una Roma che ne mette a nudo tutti i difetti.

Di Lorenzo: 5 – Poco efficace in attacco. Tenerlo così indietro è un peccato mortale, il Napoli nel primo tempo non attacca praticamente mai sulla sua fascia. 

Manolas: 6 – Uno dei pochi azzurri a mantenersi lucido. Puntuale nelle chiusure su Dzeko e Pastore.

Koulibaly: 4,5 – Una delle peggiori partite da quando è titolare inamovibile. Dzeko gioca più lontano dall’area ma lui non è mai lucido nelle giocate e mai preciso nelle chiusura. Un rialncio alla viva il parroco nel primo tempo, con la palla che si impenna in area è l’emblema della confusione che aveva in testa oggi.

Rui: 5 – Spinazzola gli mangia in testa. E non è solo questione di centimetri. Il secondo rigore della Roma è colpa sua. Se vale la regola dell’orologio, tenere il braccio in quel modo è assolutamente fuori dalla grazia di dio

Callejon: 5 – Sul rigore non diciamo nulla. Quando in due partite la stessa regola viene applicata due volte sempre contro il Napoli (Toloi in Napoli-Atalanta) preferiamo glissare. La sua prestazione è comunque insufficiente. Un po’ perché dal suo lato il Napoli subisce solamente, un po’ perché deve darsi da fare in copertura, un po’ perché, a parte un tiro dalla lunga distanza, non riesce a dare alcun contributo alla fase attiva. Dal 58′ Lozano: 4,5 – Nell’unica occasione in cui cambia passo, propizia (complice un errore di Cetis) il goal di Milik. Per il resto, pur se schierato in quello che dovrebbe essere il suo ruolo, appare incapace di uno spunto, di saltare l’uomo, di proporre un affondo.

Zielinski: 5 – Gli si potrebbe dare mezzo punto in più per il tentativo nel finale, però francamente non è che sia così vicino alla sufficienza per prestazione complessiva

Fabian: 4 – Largamente peggiore in campo. Almeno Lozano ha il merito di propiziare il goal di Milik. Lui è assente ingiustificato.

Insigne: 5 – Per lui parla il gran numero di passaggi sbagliati. Prestazione da dimenticare o forse da ricordare per evitarne altre così. Dall’83’ Younes: SV – Si fa notare solo per due palle perse.

Mertens: 6 – Uno dei pochi vivi del Napoli di oggi. Svaria tantissimo, apre varchi in cui nessuno su infila. Dal 65′ Llorente: 5 – Impalpabile. Si può mettere SV (senza voto) a un giocatore che sta mezzora, recupero compreso, in mezzo al campo?

Milik: 6 –  Non è la sua migliore partita. Cetin gli regala l’occasione di aumentare il suo score personale e di accorciare le distanze. Da lui ci si aspetta comunque di più.

 

Domenico Infante – NapoliSoccer.NET

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie. Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.