Pesante ammenda alla Roma per i cori contro i napoletani. Olimpico “salvato” da Dzeko

0
657

Il giudice sportivo ha inflitto una pesante ammenda alla Roma per i cori discriminatori nei confronti dei napoletani che hanno obbligato
l’arbitro Rocchi a sospendere la partita per circa 1 minuto intorno al 23′ del secondo tempo della gara di domenica scorsa.

Il giudice ha “risparmiato” alla Roma la squalifica di settori dell’impianto grazie al comportamento di Edin Dzeko che è andato a chiedere alla Curva Sud di alzare la voce con i cori a sostegno della squadra, rendendo inascoltabili quelli discriminatori.

A nota di cronaca ricordiamo che i cori offensivi sono poi proseguiti al termine della gara, dopo il fischio finale dell’arbitro.

Di seguito il testo del dispositivo del giudice sportivo nei confronti della Roma. È previsto anche un supplemento di indagine. 

“Ammenda di € 30.000,00 con diffida: alla Soc. ROMA per avere suoi sostenitori intonato più volte cori insultanti di matrice territoriale nei confronti della tifoseria avversaria che portavano il Direttore di gara, al 23° del secondo tempo, ad interrompere la gara per circa un minuto; sanzione attenuata per il fattivo ed efficace comportamento del capitano della Soc. Roma, non registrandosi ulteriori cori durante la gara dopo l’annuncio e l’intervento del suddetto calciatore. Dispone altresì, a cura della Procura federale, la trasmissione di maggiori elementi di dettaglio circa l’effettivo settore di provenienza dei suddetti cori, ai fini dell’eventuale adozione di ulteriori provvedimenti da parte di questo Giudice in ordine all’accaduto”.

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie. Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.