Napoli: mala tempora currunt! Intanto la squadra si allena

1
2968

napoli_2017-18.jpgMala tempora currunt. Una citazione latina che sembra calzare a perfezione all’attuale situazione in casa Napoli. Già l’ultima sconfitta in campionato aveva fatto registrare delle avvisaglie ma nessuno si aspettava quanto si è verificato ieri sera nel ventre del San Paolo.

La notizia che ha lasciato perplessi un pò tutti è l’ammutinamento dei giocatori del Napoli dopo il pareggio contro il Salisburgo, sfociato nel rifiuto di recarsi in ritiro come disposto/imposto dal presidente Aurelio De Laurentiis.

Secondo quanto emerso, ma le voci sono poco chiare e contrastanti, tutti i giocatori hanno fatto rientro presso le proprie abitazioni, così iniziando una disputa con la società il cui epilogo è tutto da scrivere.

Qualcosa covava sotto le ceneri in casa Napoli. La decisione di De Laurentiis di mandare la squadra in ritiro per ricompattare l’ambiente fino a domenica non era stata accolta di buon grado e lo stesso Ancelotti si era detto non d’accordo durante l’intervista pre-gara di champions.

Qualche volto tirato tra i giocatori si era visto ieri al San Paolo ma si pensava fosse conseguente all’impegno con il Salisburgo. A quanto pare non era così o, almeno, non era solo quello il motivo.

A fine gara, anche contro le regole imposte dall’UEFA (e il Napoli ne pagherà le conseguenze con una forte ammenda) mister Ancelotti ha disertato la conferenza stampa post-partita e in sala stampa sono rimasti soltanto gli attoniti (molto più quelli austriaci) giornalisti, che cercavano di capire cosa stesse accadendo.

La decisione dei calciatori è stata subita dal Napoli nel più assoluto silenzio, la società azzurra non ha espresso nè commenti nè comunicati. Ieri sera soltanto una comunicazione dell’addetto stampa che ha confermato l’allenamento a porte aperte di giovedì al San Paolo e l’assenza in conferenza del tecnico. 

Stamattina i giocatori sono arrivati al centro sportivo di Castel Volturno, ognuno ha evitato contatti con la stampa tirando diritto fino all’interno. Come da programma la squadra sta sostenendo l’allenamento mattutino e sono tutti presenti, calciatori e staff tecnico.

Cosa succederà? Impossibile predirlo! C’è tanta confusione anche in mancanza di comunicazioni ufficiali. I giocatori potrebbero ricevere un richiamo scritto dalla società ma anche una multa non è da escludere. Tutto dipenderà dal presidente De Laurentiis e dalla sua voglia di lanciarsi in un braccio di ferro deleterio per il Napoli. 

Di certo l’ambiente è surriscaldato! L’insubordinazione dell’intera squadra è un fatto anomalo e tale comportamento reca danno all’immagine del Napoli ma anche agli stessi calciatori.

Ormai spettatori, onde evitare la diffusione di voci non confermate, ci limiteremo alla mera informazione quale diritto di cronaca. Il momento è grave e già deleterio di suo, lo sciacallaggio mediatico servirà solo a rompere gli ultimi cocci di un vaso pesantemente incrinato!

La stagione non è iniziata nel modo migliore, continua di male in peggio ed al peggio si aggiunge altro. Mala tempora currunt dicevano i latini, corrono brutti tempi diciamo noi.

Incrociamo le dita (mani e piedi)… siccome cchiù nera ra mezanotte nun pò venì, sperando si sia raggiunto il picco minimo… confidiamo nel vecchio adagio napoletano adda passà ‘a nuttata!

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie. Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.

Condividi
Articolo precedenteNapoli: allenamento terminato. Si attende comunicato società
Prossimo articoloComunicato ufficiale del Napoli sul mancato rispetto del ritiro
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


1 COMMENTO

  1. ADL deve incolpare se stesso per le cattive prestazioni del Napoli quest’anno. Non bisognava essere esperti di calcio come non lo sono io e anche ADL per capire che Albiol era l’unico regista della difesa. Se proprio si doveva cederlo bisognava trovare un degno sostituto. Manolas non ha le doti di Albiol.
    Ecco perché Kulibaly sta rendendo così poco e perché la difesa prende tanti gol.
    A Centrocampo poi Hamsik non è stato sostituito, quelli che ci sono non sono adatti a sostituirlo.
    Ma si sa che nel Napoli la campagna acquisti-cessioni la fa il ragioniere.
    Di che si lamenta ADL?
    Se la prendesse col ragioniere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.