Napoli-Genoa 0-0. Le pagelle di NapoliSoccer.NET: il Napoli che non ti aspetti

0
937

LEPAGELLE.jpgTi aspetti una reazione. Una squadra ricompattata e invece scende in campo il Napoli che non ti aspetti, molle nelle gambe, privo di idee e sopratutto privo di voglia. Si dirà che c’era un rigore netto per un braccio alzato in barriera, forse perfino due. Ma ti aspetti una prestazione convincente e quella vista stasera non lo è affatto.

Ospina: 6 – Al portiere che si limita a fare da sponda, solitamente la sufficienza è d’obbligo, sulla fiducia. Ospina esce dal San Paolo con i guanti asciutti e la maglietta bagnata, dalla pioggia.

Di Lorenzo: 6 – Uno dei pochi “vivi” della squadra. Nel Napoli che non ti aspetti, lui te lo aspetti vivo e reattivo. Anche se non sempre impeccabile. Ma quello è un altro discorso

Maksimovic: 5 – Tanti, troppi errori. Raramente si distingue per continuità ma stasera viene a mancare anche la concentrazione. Anche nel finire di gara, quando si ritrova in condizione di battere a rete

Koulibaly: 6 – Non una grande gara la sua. Però mantiene una risicata sufficienza mettendo la museruola a Pinamonti.

Hysaj: 4,5 – Solo una buona chiusura su Pinamonti. Pandev, con i suoi 36 anni, fa di lui quello che vuole e perfino il danese Ankersen lo supera senza grandi difficoltà. Dall84′ Luperto: SV

Callejon: 5 – Raramente così male come stasera. Senza mordente. Se la gara è una delle partite più noiose giocate dal Napoli negli ultimi anni, lui partecipa alla noia. Dal 60′  Llorente: 5 – 195 cm di marcantonio. Se non lo servi con palloni giocabili, se nessuno crossa, cosa può fare Llorente?

Zielinski: 4,5 – Fiacco e privo di idee. Mai una giocata illuminante. Si limita a sparacchiare qualche tiro da fuori senza convinzione.

Fabian: 4 – Quasi irritante, anzi senza quasi. Una presenza impalpabile in campo.

Insigne: 5 – Per il pubblico è lui il colpevole di quello che sta accadendo. Il San Paolo lo accoglie con bordate di fischi e lo saluta allo stesso modo. E ci sta. Da capitano certe cose fanno parte del gioco. Però ti aspetti una reazione di orgoglio. E invece è il caporione del Napoli che non ti aspettiDal 66′  Elmas: 6 – Con Di Lorenzo, vivo in una squadra di morti, di sepolcri che talvolta danno l’idea di giocare perfino contro se stessi. Ha sulla testa la palla della vittoria. Forse, a questo punto, Ancelotti dovrebbe rivedere le gerarchie dello spogliatoio

Mertens: 6 – Sufficienza risicata per lui. Molto al di sotto delle sue possibilità, però nonostante tutto non pare peggio di tanti altri.

Lozano: 5 – Vivo anche lui. Però fa errori da scuola calcio. Il senso della posizione, non “sente” di essere in fuorigioco e non rende come ci si sarebbe aspettato da lui. Più che un problema di “voglia”, il suo pare un problema tecnico. E non è questione di posizione, a sinistra e al centro, il suo rendimento non cambia.

Domenico Infante – NapoliSoccer.NET

 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.