Milan-Napoli: come giocano gli avversari degli azzurri

0
278
milan_2017-18.jpg

La redazione di NapoliSoccer.Net propone l’analisi degli avversari dei partenopei per prepararsi al prossimo match di campionato.

Milan-Napoli è una gara valevole per la giornata numero 13 del massimo campionato italiano. Milan al quattordicesimo posto con 13 punti, 11 gol fatti e 16 subìti. Azzurri al settimo posto con 19 punti, 21 gol fatti 15 subìti. 

Rossoneri sconfitti dalla Juventus nel turno precedente, i partenopei hanno pareggiato 0-0 in casa contro il Genoa. 

Il modulo del Milan

Il nuovo tecnico del Milan proverà a sfruttare le caratteristiche dei suoi uomini. Pioli schiererà il 4-3-3 con due terzini di spinta, due interni di centrocampo bravi ad inserirsi e si affiderà all’estro di Suso per servire Piatek. 

Analizziamo i singoli reparti del Milan

In porta c’è Donnarumma, il portiere della Nazionale Italiana è un punto fermo dei rossoneri. 

In difesa Conti e Hernandez saranno i terzini. L’ex Atalanta ha dato il meglio di sé con Gasperini come esterno del centrocampo a cinque, sta provando ad adattarsi nella difesa a quattro. Entrambi sono bravi in fase di spinta ma sono distratti in fase difensiva. I centrali saranno Musacchio e Romagnoli, quest’ultimo è un difensore molto solido e bravo nel gioco aereo. 

A centrocampo sono squalificati Bennacer e Calhanoglu. Paquetà e Krunic saranno gli interni, entrambi bravi negli inserimenti, il brasiliano viene ammonito spesso, è molto falloso e non sembra avere la storica classe dei trequartisti verde-oro. Krunic sta sfruttando l’assenza di Kessie. Biglia giocherà davanti alla difesa, la sua tenuta atletica è tutta da verificare. 

In attacco Suso sarà l’esterno destro, Pioli lo ha riportato nel suo ruolo preferito: parte largo, si accentra e cerca il compagno in area di rigore oppure va al tiro. Rebic partirà largo a sinistra, ha grande velocità ma è poco concreto, se dovesse giocare invece Bonaventura i rossoneri avrebbero un giocatore più tecnico che agirebbe alle spalle della punta e non largo come Rebic.

Piatek è il riferimento centrale. Il polacco dopo una prima esaltante stagione, sta incontrando in questo campionato grandi difficoltà, dovute soprattutto alla difficoltà dei rossoneri di produrre palle gol. 

I punti forti del Milan

Difficile individuare in questo momento i punti forti di una compagine così in difficoltà. L’asse centrale difensivo formato da Donnarumma e Romagnoli mette spesso una pezza alle lacune dei rossoneri. 

I punti deboli del Milan

Il Milan ha molti problemi in fase offensiva. Sono soltanto 11 i gol in campionato, Piatek è il capocannoniere con 3 gol. Pioli non è riuscito al momento ad invertire la tendenza: i rossoneri non riescono a creare azioni offensive degne di nota, si affidano spesso a Suso, il quale non sta facendo la differenza in questo torneo.

Il giocatore più importante 

Donnarumma è il portiere titolare del Milan e della squadra di Mancini. In questo campionato ha totalizzato 990 minuti in 11 presenze. Nonostante la giovane età (20 anni), ha già accumulato grande esperienza. È molto reattivo sia sui tiri dalla distanza che nelle uscite basse. Deve migliorare nel gioco con i piedi. 

NapoliSoccer.NET è stato scelto da Google News come testata giornalistica sportiva riportante notizie. Per seguirci su GOOGLE NEWS ed essere sempre aggiornato CLICCA.

Ci interessa il tuo parere, commenta l’articolo ed esprimi la tua opinione alla fine della pagina oppure sulla nostra pagina Facebook (CLICCA).



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.