Ancelotti alla stampa: “Squadra viva. Torneremo a giocare ai nostri livelli, come oggi”

0
889
ancelotti3_7.4.2019.jpg

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, ha risposto alle domande della conferenza stampa dopogara di Liverpool-Napoli. Queste le sue parole sintetizzate dalla redazione di NapoliSoccer per i propri lettori. 

“La squadra è consapevole dei problemi che abbiamo incontrato. Stiamo cercando di migliorare attraverso impegno, volontà e la personalità di alcuni giocatori. Era una partita molto importante, la squadra è ancora viva, può fare ancora meglio anche nelle partite di campionato.

Il presidente ha chiamato, era contento, ha fatto i complimenti ai giocatori.
Venerdì il presidente vuole parlare con la squadra, credo sia un segnale positivo da parte di tutti. 

È certo che abbiamo giocato male in campionato, ma è altrettanto certo che torneremo a giocare sui nostri livelli, oggi lo abbiamo fatto. Ogni partita è una verifica, c’era attesa sulle ultime due. Qualcuno magari si aspettava le goleade, ma questa squadra ha sempre dimostrato solidità. Ero convinto avremmo fatto una buona partita, il Liverpool ci soffre, forse per il nostro modo di giocare. Non sempre fare un’ottima partita qui significa fare risultato. È venuta fuori una partita di ottima lucidità difensiva.

Allan ha ripetuto la prestazione fatta con il Milan, forse la sua migliore, sta tornando ai suoi livelli e sta dimostrando di essere indispensabile per noi. La scelta di Di Lorenzo è legata alla presenza di Mario Rui, che ha dimostrato di fare una grande partita. Ho deciso ieri di schierarlo a centrocampo dopo aver visto che Mario Rui stava bene. 

È difficile dare una spiegazione all’alternanza di prestazioni che non sia dal punto di vista del profilo mentale. Per tutti gli addetti ai lavori: non andate troppo a cercare il sistema più o meno efficace. È sempre l’interpretazione dei giocatori a dare valore al sistema. Non è vero che oggi abbiamo giocato 5-3-2, ma Di Lorenzo ha fatto esattamente lo stesso lavoro che ha fatto Callejon per tante partite. Sotto l’aspetto del coraggio e della personalità questa squadra si perde facilmente, ma si ritrova facilmente. Conta l’aspetto mentale. Oggi non c’era grande pressione, non volevo farla sentire ai giocatori. Avevamo la fortuna di giocare ad Anfield, è qualcosa di speciale per tutti.

Gol su palla inattiva? Si può migliorare. Oggi avevamo struttura, siamo stati sorpresi da una palla sulla seconda linea che si poteva evitare. Sono piccoli dettagli, credo che il Liverpool onestamente non meritasse di perdere”.



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.